Ultim'ora
Commenta

Covid, per biologa Gallavotti,
a Cremona immunità
di gregge intorno al 20%

A Cremona si potrebbe aver raggiunto il 20% di immunità di gregge (ossia una sorta di protezione collettiva): a dirlo, durante la trasmissione ‘DiMartedì’, in onda su La7 martedì sera, la dottoressa Barbara Gallavotti, biologa, che studiando la situazione dei contagi ha ipotizzato che Cremona potrebbe aver già raggiunto il 20% dei contagiati. Ipotesi che peraltro era già stata avanzata dal dottor Angelo Pan, direttore delle Malattie Infettive dell’ospedale di Cremona, il quale aveva dichiarato che circa l’80% dei cremonesi sono ancora esposti al contagio. Per il resto, secondo Gallavotti, nel Nord Italia “secondo uno studio preliminare fatto dall’Istat intorno all’estate, mediamente gli immuni saranno il 2-3% della popolazione del nord, mentre nelle regioni del sud sono meno dell’1%”.

Mentre un’immunità di gregge si potrebbe avere, in teoria, solo se avessero sviluppato gli anticorpi una persona su due. Come in alcune zone dell’India, dove in effetti “l’immunità di gregge potrebbe essere arrivata al 50%”. A Ginevra, invece, secondo la biologa si è arrivati intorno al 10%.

Ma anche questo potrebbe non voler dire nulla: “Non sappiamo quando durano gli anticorpi nelle persone che hanno contratto il virus” spiega. “Se ad un certo punto sparissero l’immunità di gregge non si raggiungerebbe mai. E l’unica soluzione sarebbe il vaccino”.

© Riproduzione riservata
Commenti