Ultim'ora
Commenta

L'11 ottobre si insedia
il nuovo parroco di Stagno
Lombardo, don Pierluigi Vei

Nel pomeriggio di domenica 11 ottobre il vescovo Antonio Napolioni presiederà l’ultimo ingresso dei parroci nominati nelle ultime settimane. L’appuntamento è alle 16.30 a Stagno Lombardo per l’insediamento di don Pierluigi Vei, nuovo parroco di Stagno e Brancere. Ad annunciarlo è il sito della Diocesi.

Dopo l’accoglienza, sul sagrato della chiesa parrocchiale, da parte del sindaco Roberto Mariani, verrà celebrata la solenne Eucaristia presieduta dal Vescovo. All’inizio della Messa sarà letto il decreto di nomina del nuovo parroco che, subito dopo, aspergerà l’assemblea e incenserà la mensa eucaristica. A seguire un rappresentante della parrocchia porgerà a don Vai il saluto da parte dell’intera comunità.

Al termine dell’omelia, tenuta dal Vescovo, il nuovo parroco reciterà da solo la professione di fede (Credo), segno che sarà lui il primo responsabile della diffusione e della difesa dei contenuti della fede nella comunità. Solo al termine della celebrazione don Pierluigi prenderà la parola per il saluto ai parrocchiani e i ringraziamenti. Il pomeriggio si concluderà con un momento di festa e accoglienza.

Don Pierluigi Vei, classe 1954, nato a Castelnuovo Bocca d’Adda (Lo) e cresciuto a Bordolano, è stato ordinato sacerdote il 7 aprile 1980. Nominato vicario della parrocchia della Cattedrale, nel 1985 ha iniziato la sua esperienza come “fidei donum”. Anzitutto in Brasile, per dieci anni parroco nella diocesi di Tocantinopolis e poi per altri quattro in quella di Mogi das Cruzes. Dal 1999 al 2002 ha frequentato a Madrid un Master in Scienze delle Religioni, partendo quindi per un’esperienza di studio e convivenza in Paesi islamici, prima a Il Cairo (Egitto) con i Comboniani, poi in Siria con i Francescani della Custodia di Terra Santa. Nel 2012 il ritorno in Brasile a servizio di una parrocchia vacante nella diocesi di Sao Luis de Montes Belos, allora guidata dal vescovo cremonese mons. Carmelo Scampa.

Nel 2015 il rientro in diocesi con l’incarico di collaboratore parrocchiale dell’unità pastorale di Scandolara Ripa d’Oglio, Grontardo e Levata. Dal 2018 era parroco in solido dell’unità pastorale Cafarnao comprendente le comunità di Vescovato, Ca’ de’ Stefani, Pescarolo, Pieve Terzagni, Gabbioneta e Binanuova. Ora il Vescovo gli ha affidato le parrocchie di Stagno Lombardo e Brancere.

© Riproduzione riservata
Commenti