Ultim'ora
3 Commenti

Taglio del nastro per la Festa
del Torrone: afflusso ordinato
e senza affollamenti

Fotoservizio Francesco Sessa

Taglio del nastro questa mattina per la Festa del Torrone in edizione ridotta, sotto forma di anteprima, in attesa di quella vera e propria, prevista per il prossimo anno. Un’organizzazione molto rigorosa, nel massimo rispetto delle normative anti-covid, al fine di arginare il più possibile le occasioni di contagio, in un momento decisamente delicato. D’altro canto anche l’afflusso si è dimostrato molto ordinato e moderato, senza affollamenti nè caos.

Numerosi sono comunque gli eventi previsti per la giornata di sabato, con l’apertura fino alle 20 dell’area commerciale. In particolare, diversi palazzi ed edifici storici cittadini saranno visitabili. Dalle 10 alle 17.30 sarà possibile visitare il complesso di Sant’Abbondio e il Museo Lauretano, mentre dalle 10 alle 18 sarà aperta alle visite la Quadreria della Fondazione Città di Cremona: una pregevole collezione di dipinti antichi, tra cui si distinguono le eleganti Storie bibliche di fine Seicento di Francesco e Pietro Antonio Picenardi, per poi passare ai capolavori del Novecento cremonese. Nella stessa fascia oraria visite aperte anche all’Archivio Storico Diocesano e a Palazzo Vescovile
: un’occasione unica per visitare le sale del Palazzo Vescovile non coinvolte nel cantiere del Museo Diocesano. La Cattedrale rimarrà invece aperta fino alle 17.30 per ammirare le splendide opere e gli affreschi che contiene.

La giornata è stata anche l’occasione per una serie di eventi molto particolari, come la visita guidata al Museo del Violino, con tanto di audizioni, oppure lo come Show cooking del Ristorante AlQuarto. In mattinata si è anche svolta la consegna di due importanti riconoscimenti: il Premio Volontariato e il Premio Eccellenza. Il riconoscimento per il volontariato è andato quest’anno all’Associazione CremonAiuta, mentre il premio eccellenza, istituito a partire da questa edizione è andato alla dottoressa Claudia Balotta, che si è distinta nella lotta al coronavirus, riuscendo, assieme al suo giovane team, a isolare il ceppo italiano.

Nel primo pomeriggio, alle 14.30, spazio invece all’Infiorata sul tema ‘il Grande Cuore di Cremona’, una vera e propria opera d’arte che verrà realizzata sulla pavimentazione di Piazza del Comune che con il trascorrere delle ore verrà pian piano ricoperta prendendo forma e colore, fino alla creazione di un maestoso disegno in omaggio a Cremona e al suo Grande Cuore. Spazio anche al gusto con la presentazione e degustazione del ‘Panettone di Torrone’m presso il PalaTorrone di piazza Roma.

Alle 17.30 altro momento celebrativo, con la consegna del Premio Bontà, presso il PalaTorrone, dove a essere premiato sarà lo pneumologo cremonese, direttore dell’Unità Operativa Complessa di Pneumologia dell’Ospedale di Cremona, Giancarlo Bosio, che ha lottato in prima linea contro il Covid19 e sta per andare in pensione.

Naturalmente non mancheranno tante visite guidate, alla scoperta dei vari volti della città e delle sue tradizioni, a partire da quella della musica.

IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA

© Riproduzione riservata
Commenti