Eventi
Commenta

Il 10 marzo webinar su sviluppo di percorsi di Giustizia Riparativa a Cremona e Lodi

Verso lo sviluppo di percorsi di Giustizia Riparativa nei territori di Cremona e Lodi. E’ questo il titolo del webinar che si terrà mercoledì 10 marzo dalle ore 10 alle 12.30.

Si tratta di un’iniziativa che si inserisce nel progetto Incubatori di Comunità – Per un Dialogo Possibile, che vede il Comune di Cremona partner di Regione Lombardia e di Cassa delle Ammende per lo sviluppo di programmi territoriali di giustizia riparativa anche nel nostro territorio.

La prima parte vedrà gli interventi introduttivi dei soggetti istituzionali coinvolti: per il Comune di Cremona quello dell’Assessore alle Politiche Sociali e della Fragilità del Comune di Cremona Rosita Viola.

Nella seconda parte, dal titolo La giustizia dell’incontro: politiche e pratiche del paradigma riparativo, interverranno Adolfo Ceretti – professore ordinario di criminologia presso l’Università di Milano Bicocca e docente di mediazione reo-vittima, Isabella Mastropasqua – dirigente dell’ufficio di promozione della giustizia riparativa e prevenzione della devianza – Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità, e Manlio Milani – presidente della Casa della Memoria di Brescia e presidente dell’associazione familiari delle vittime della Strage di Piazza della Loggia.

Quello della Giustizia Riparativa è un tema di forte attualità che già da alcuni anni sta coinvolgendo non solo l’ambito strettamente giudiziario ma, più complessivamente, la società, rilanciando la questione della funzione della pena e delle prospettive per lo sviluppo di un sistema sanzionatorio realmente in grado di rispondere alle esigenze sia di prevenzione generale che di prevenzione speciale, secondo i principi definiti anche nella nostra Carta Costituzionale.

Tuttavia, nell’ambito del dibattito pubblico che si sta sviluppando intorno alla dimensione riparatoria della pena, molto importante è la questione dello spazio di accoglienza e ascolto delle vittime di reato.

Il nostro processo penale, come è noto, riserva spazi angusti e nel tempo si sono via via strutturati percorsi e progetti che puntano a sviluppare risposte nei confronti di categorie specifiche di vittime, come ad esempio la violenza di genere, ma non nei confronti della vittima di reato in quanto tale.

Grazia anche all’impulso dato dalla normativa europea, che con una specifica Direttiva del 2012 ha dato vigore ai diritti riconosciuti alle vittime e spinto per uno sviluppo a livello comunitario di percorsi finalizzati al potenziamento di spazi di riconoscimento di questi diritti a livello di singoli stati membri, Regione Lombardia da diversi anni sta promuovendo lo sviluppo a livello locale di sistemi di welfare penale che prevedano il rinforzo sia dei dispositivi di inclusione sociale dei soggetti autori di reato, sia di interventi a favore delle vittime, anche attraverso la promozione di percorsi e servizi che promuovano il tema della riparazione attraverso le forme più impegnative della mediazione reo-vittima e anche attraverso le forme di riparazione di comunità.

Il webinar del 10 marzo rappresenta per il Comune di Cremona il punto di avvio di questo nuovo progetto che, finalmente, rilancia anche nel nostro territorio il tema.

© Riproduzione riservata
Commenti