Scuole
Commenta

Ritorno sui banchi, emozione
e sorrisi: "Bello rivedere gli amici"

(foto Sessa)

Grande emozione, sorrisi e qualche abbraccio: il rientro a scuola ha avuto il sapore di un nuovo inizio, questa mattina, per gli alunni, ma anche per i genitori. A tornare sui banchi sono stati gli allievi di tutte le scuole di ogni ordine e grado dall’asilo nido fino alla prima media. Un ritorno atteso, dopo le settimane passate in zona rossa e in didattica a distanza anche per i più piccoli.

Settimane difficili per tutti, dai genitori al personale scolastico, oltre che per gli alunni stessi. Per questo è stata ancora più grande l’emozione, sia da parte dei piccoli studenti che da parte di insegnanti e lavoratori della scuola, nel ritornare a vivere gli istituti.

“La didattica a distanza è stata pesante” raccontano i genitori, che portano i figli a scuola nel rispetto del distanziamento, sorridendosi l’un l’altro a distanza. “I nostri figli hanno vissuto un periodo difficile, chiusi in casa, senza poter vedere i loro amici. La dad ha funzionato, ma sono mancati i rapporti umani”.

Ma è soprattutto negli occhi degli alunni che si legge il sollievo per rivedersi, e nell’entusiasmo scappa anche qualche abbraccio, segno di un affetto genuino che la distanza non ha scalfito. “Siamo felici di rientrare e di rivedere i nostri compagni di classe” raccontano alcuni ragazzi di prima media. “Per noi è importante poter essere a scuola. La didattica a distanza è difficile. Ora siamo fiduciosi nel vaccino e nei medici”.

“Siamo molto preoccupati per i ragazzi, soprattutto quelli di terza media, che dovranno andare alle superiori dopo quasi due anni fatti in didattica a distanza” commenta Teresa Coccia, referente covid della scuola Anna Frank. “Certo, le lezioni sono state fatte e le nozioni gliele abbiamo trasmesse, ma è mancata tutta quella parte fondamentale di rapporti umani e sociali”.

Non tutte le scuole, in ogni caso, hanno già ripreso l’attività. Nella giornata di oggi, mercoledì 7 aprile, aprono le porte gli istituti comprensivi Cremona 4 e Cremona 5, oltre alle scuole paritarie. Domani, invece, toccherà agli istituti Cremona 1, Cremona 2 e Cremona 3.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti