Cronaca
Commenta

Vandali in azione al
Campo 11 dell'Esperia

Campi sportivi per l’ennesima volta nel mirino dei vandali, che stavolta hanno agito nel campo 11 del Cascinetto. A rendersi conto di quanto stava accadento è stato uno degli allenatori dell’Esperia, che è passato nel pomeriggio di domenica per controllare, e ha visto i lucchetti rotti e un gruppo di ragazzi che giocavano all’interno, abusivamente.

Immediatamente sono stati allertati gli agenti della Polizia Locale, mentre il gruppetto si è dato alla fuga attraverso un taglio fatto appositamente nella recinzione.

“Avevamo appena fatto un intervento di rigenerazione e risemina, conclusosi venerdì sera e costato 5mila euro” spiega il presidente della squadra, Marco Sassano. “Proviamo rabbia e tristezza, per una situazione che è ormai insostenibile. Non solo i nostri, ma anche i campi di altre squadre di calcio della città sono continuamente presi di mira. Al Lancetti pochi mesi fa, intorno a Natale, ci hanno devastato gli spogliatoi”. E solo due settimane fa era toccato al campo del Corona.

L’Esperia aveva investito nella rigenerazione del prato, una spesa non da poco visti i mancati introiti di queste stagioni di stop ai campionati a causa del Covid. “Speriamo che il lavoro fatto non sia completamente compromesso, e di essere intervenuti per tempo, perché per noi sarebbe un duro colpo” continua il presidente.

La società sporgerà denuncia contro ignoti, sperando che la Polizia Locale riesca a identificare qualcuno dei colpevoli. Ma, evidenzia Sassano, bisogna agire cercando di mettere in piedi un sistema di videosorveglianza. “E’ un ragionamento che stiamo facendo con l’assessore allo Sport, perché non si può andare avanti così. Siamo società di volontari e i soldi sono pochi, a maggior ragione in questo periodo”.

Laura Bosio

SEGUONO AGGIORNAMENTI

© Riproduzione riservata
Commenti