Cultura
Commenta

Il 20 giugno si conclude
la Residenza Barocca

La Fondazione Teatro Amilcare Ponchielli di Cremona organizza, nell’ambito del Monteverdi Festival 2021, una Residenza di musica antica, con l’intento di approfondire il repertorio del ‘500 e ‘600 italiano con particolare riferimento alla figura di Claudio Monteverdi, secondo una prassi esecutiva storicamente informata.

I Maestri Antonio Greco (prassi esecutiva vocale e strumentale del primo Seicento italiano e basso continuo), Francesco Corti (prassi esecutiva, basso continuo, organo e clavicembalo) Giuseppina Bridelli (prassi esecutiva vocale), Federico Maria Sardelli (prassi di approfondimento sull’ utilizzo dei fiati nel repertorio barocco rinascimentale), terranno il Workshop dedicato alla pratica musicale per ensemble.

Il workshop è rivolto a formazioni strumentali e vocali, oppure solo vocali, composte da giovani musicisti con età compresa tra i 18 e i 40 anni, aperto a tutti cittadini italiane UE o extra UE; l’età media del gruppo non dovrà superare i 30 anni.Durante il workshop, sono previsti momenti di riflessione teorica sulla trattatistica dell’epoca, elementi di organologia, basso continuo e filologia musicale. A conclusione del progetto gli Ensemble terranno due concerti, ad ingresso gratuito, domenica 20 giugno.

Concerti Ensemble in Residenza

“Althenì Ensemble” h 10.00
Teresa Parigi, soprano
Niccolò Roda, basso
Alessandro Papa, clavicembalo

“Un Concerto” h 11.30
Annelis Elars, soprano
Carlo Cresci, tiorba
Lorenzo Ciaglia, clavicembalo

© Riproduzione riservata
Commenti