Cronaca
Commenta

Un cremonese tra i migliori
giallisti con “La logica del Gatto”

C’è un cremonese tra i migliori giallisti italiani. Lo stabilisce la classifica del torneo letterario di Robinson, inserto del sabato del quotidiano “la Repubblica”, che vede tra gli 8 finalisti Michele Cremonini Bianchi con il suo ultimo romanzo “La logica del Gatto”. Inattesa e felice scoperta per l’autore cremonese, che si è trovato inserito nel campionato letterario senza saperlo.

Il libro, un giallo dalle tinte quasi fantascientifiche, è stato selezionato tra 127 titoli in un torneo composto da 16 gironi e tre diverse selezioni, che hanno visto tra gli eliminati autori del calibro di Fernand Ozpetek, Donato Carrisi e Maurizio de Giovanni.

Per il cremonese è il secondo romanzo dopo il thriller “Uccidi anche me”.
Il nome del vincitore finale della seconda edizione del torneo di “La Repubblica” sarà scelto da alcuni gruppi di lettura, selezionati e sparsi in tutta Italia, e pubblicato sabato, sempre sull’inserto settimanale Robinson.

La trama:
Un castello con un fantasma dai pensieri disordinati; un grosso gatto nero (con strane capacità) che la pensa a modo suo; alcuni umani, ognuno in cerca di qualcosa; un uomo che è soltanto una voce; un personaggio strano che vive sugli alberi; un mondo corrotto; un segreto da difendere: sono gli ingredienti per una miscela insidiosa che attende solo una scintilla per esplodere. Un caso complicato per l’ispettore Gaudenti e la sua gastrite, due omicidi di cui solo grazie alla logica del gatto sarà possibile svelare i motivi.

Andrea Colla

© Riproduzione riservata
Commenti