Sport
Commenta

Cremona olimpica: nostra provincia
prima in Italia per medaglie d'oro

Rodini, Villa, Desalu

Cremona d’oro: è la nostra provincia, finora, quella ad aver conquistato il maggior numero di medaglie d’oro tra quelle italiane. Due, quella del casalasco Eseosa Desalu, che ha conquistato l’oro nella staffetta, e quello di Valentina Rodini, che insieme a Federica Cesarini si è portata a casa il titolo dei pesi leggeri di canottaggio. Senza contare quella del ciclismo su pista – inseguimento a squadre: oro e record del mondo per il team guidato dal ct cremasco Marco Villa che schierava il ciclista della Biesse Arvedi Cycling Francesco Lamon, oltre a Simone Consonni, Filippo Ganna e Jonathan Milan. Gli azzurri hanno battuto la Danimarca con il tempo di 3’42″032, nuovo limite mondiale. Aggiungendo la medaglia di Marcel Jacobs, che ha conquistato l’oro nei 100 metri, anche la Lombardia è prima in Italia, sopra la Puglia, che ne ha conquistate tre.

Ma la Lombardia in realtà spicca anche a livello europeo: secondo l’Osservatorio Balcani Caucaso Transeuropa, che ha calcolato il medagliere olimpico di Tokio su base regionale per European Data Journalism, gli atleti nati nella regione dell’Ile-de-France, Greater Manchester, Lombardia e Guadalupa hanno raccolto più medaglie. La Lombardia, quindi, è tra le 4 regioni europee più medagliate.

Che si tratti di un’olimpiade memorabile, del resto, lo dicono i dati nazionali: con l’oro di Antonella Palmisano nella 20 km di marcia, e la medaglia nel karate (specialità kumite 75 kg) con Luigi Busà, l’Italia è salita a quota 38 podi complessivi, superando il suo record assoluto, che era stato raggiunto a Los Angeles 1932 e a Roma 1960.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti