Cronaca
Commenta

L'aula studio? Sarà ricavata
nell'ex chiesa di San Francesco

Un’aula studio per studenti delle superiori e universitari nell’ex Ospedale di san Francesco, in quella zona al centro del piano di rigenerazione urbana vincitore di un contributo da 14 milioni di euro di Regione Lombardia.

Prende forma il progetto su cui ha lavorato il vicesindaco Andrea Virgilio e che consentirà di ricavare alloggi nella parte di ex ospedale lungo via Radaelli e di connettere piazza Lodi con piazza Giovanni 23° mediante un passaggio pedonale. L’ex chiesa di san Francesco invece, che fino agli anni sessanta era servita come ospedale cittadino, verrà recuperata come spazio per le attività giovanili, tra le quali un’aula studio, reclamata a gran voce dagli studenti cremonesi soprattutto nell’ultimo anno e mezzo di lezioni a singhiozzo nelle scuole superiori.

Il finanziamento da 14 milioni deriva dai fondi strutturali e di investimento europei per il periodo 2021-2027.

Maura Ruggeri (foto Sessa)

L’aula studio – ha spiegato ieri in consiglio comunale l’assessore all’istruzione Maura Ruggeri – sarà in rete con altre progettualità in corso a favore del settore giovanile, nello stesso comparto. L’assessore è intervenuto in risposta a un’interrogazione di Marcello Ventura (capogruppo di Fratelli d’Italia, ora Giorgia Meloni – Fratelli d’Italia Sovranisti Conservatori) che chiedeva al Sindaco  di” individuare spazi gestiti dal Comune di Cremona da adibire ad aule studio”, in considerazione del fatto che “con l’emergenza sanitaria in atto la Biblioteca di Cremona ha limitato l’accesso al salone di lettura in ottemperanza delle norme nazionali per limitare la diffusione del coronavirus. Tale limitazione ha però provocato non pochi disagi agli studenti universitari intenzionati a preparare i loro esami”. gbiagi

Marcello Ventura (foto Sessa)

© Riproduzione riservata
Commenti