Economia
Commenta

Quattro imprese cremonesi
da domani alla fiera Ecomondo

Torna in presenza alla fiera di Rimini da domani, martedì 26 ottobre, fino a venerdì 29, la rassegna Ecomondo dedicata alla green economy, in abbinamento con Key Energy, salone delle energie rinnovabili. Saranno circa mille le aziende espositrici provenienti da tutto il mondo, con un’occupazione della superficie che si attesta al 90% dei livelli del 2019.

Tra gli espositori anche quattro imprese della provincia di Cremona. La Apiesse di Pizzighettone è un’impresa fondata nel 1987 per la produzione e commercializzazione di macchine agricole per l’insilamento tubolare, ossia per il riempimento di un sacco di polietilene finalizzato alla conservazione anaerobica di insilati agricoli, o altri prodotti organici umidi.

La Corradi & Ghisolfi di Corte de’ Frati è invece specializzata nella realizzazione di impianti per la produzione di biogas. A Rimini sarà presente anche la Ecomembrane di Gadesco Pieve Delmona che si occupa di strutture per il biogas, ma anche della costruzione di serbatoi per aria ed acqua.

Infine sarà tra gli espositori anche la Farck di Pianengo, storica azienda operativa dagli inizi del Novecento ed oggi operativa per la realizzazione di impianti e macchinari per l’industria alimentare, cisterne in acciaio inossidabile per il trasporto di liquidi e serbatoi in acciaio inossidabile di stoccaggio e processo per tutti i settori produttivi.

Tra i temi di Ecomondo: tecnologie, innovazione, start-up, istituzioni europee e governative, internazionalizzazione. Nell’ambito della parte convegnistica si parlerà di sanificazione degli ambienti, tema oggi imprescindibile. Novità anche per i sistemi di efficientamento idrico e il rischio idrogeologico; nel cuore della manifestazione troviamo la bioeconomia circolare e le start-up. Ecomondo sarà caratterizzato da una forte presenza della Commissione Europea, che porterà in fiera la doppia strategia sul tema decarbonizzazione: riduzione dei gas climalteranti e rafforzamento della biodiversità attraverso la rigenerazione del suolo, delle foreste e dei mari. Tutti i convegni saranno visibili in streaming e in “on demand” dal 2 novembre.

© Riproduzione riservata
Commenti