Spettacolo
Commenta

Torna l'opera: il 18 e 20 novembre
al Ponchielli "Il Trovatore"

Torna al Teatro Ponchielli l’ppuntamento con l’Opera: stavolta in scena un capolavoro verdiano, Il Trovatore, secondo titolo della così detta trilogia popolare. Lo spettacolo si terrà il 18 novebre e in replica il 20 (ore 20), e vedrà sul podio il debutto del M° Jacopo Brusa, uno dei più interessanti giovani direttori d’orchestra italiani, mentre la raffinata ed elegante regia sarà affidata al regista palermitano Roberto Catalano.

L’OPERA – Il Trovatore, nonostante le ambiguità della trama, ammalia l’ascoltatore grazie alle suggestioni melodiche, ritmiche e coloristiche che si susseguono quasi freneticamente e che, paradossalmente, sono rese possibili dalla struttura del libretto stesso. La zingara è il personaggio veramente innovativo dell’Opera per il quale, fin dall’inizio, Verdi prevede un ruolo talmente centrale che vorrebbe che l’intero melodramma fosse intitolato a lei.

Azucena si muove sempre tra disperazione, malinconia e sete di vendetta, tra momenti di lucidità e di follia, condizioni emotive, queste, che esaltano la scrittura verdiana. “Quando Azucena non ragiona, ragiona meglio il Dramma”, scriverà. Come per la Lady Macbeth di sei anni prima, la “pazzia” e, ancora di più in Azucena, lo stato ipnotico in cui spesso si trova, portano Verdi a sperimentare un uso della voce che volge molto spesso al “declamato” e al “parlato”.

Di contro, Leonora, è l’espressione del Belcanto, incarnata dal legato dei Cantabili, dalle cadenze virtuosistiche, dalle agilità e – perché no? – dalle variazioni nelle Cabalette. La dinamicità dell’azione drammatica, infine, è garantita dal tradizionale duello “guerriero e amoroso” tra il Baritono e il Tenore. Verdi, per il Conte e Manrico, si esalta utilizzando le “armi” della Solita Forma. Le vicende narrate nel Trovatore, quindi, sono una vera summa di quelle passioni che Verdi cerca avidamente in quegli anni (Amore, Gelosia e Vendetta) e che gli permettono di immettere nella “tradizione” quegli elementi innovativi che contribuiranno a renderlo immortale.

IN PREPARAZIONE – Prosegue la rassegna L’Opera si rivela, organizzata dal Teatro Ponchielli per approfondire i titoli d’opera in cartellone. L’appuntamento è per domenica 14 novembre con Il Trovatore. L’incontro vede la presenza del direttore d’orchestra Jacopo Brusa e del regista Roberto Catalano. Moderatrice Alice Altavilla del Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali dell’Università di Pavia (Sede di Cremona).

© Riproduzione riservata
Commenti