Cronaca
Commenta

Richiama un giovane al senso
civico. Professionista minacciato

Raffica di insulti e minacce da parte di un giovane nordafricano nei confronti di un professionista cremonese che qualche giorno fa lo aveva ripreso per aver gettato a terra le carte che avvolgevano il panino che aveva appena finito di mangiare. Nonostante il cestino fosse a poca distanza, il ragazzo ha gettato a terra carta e stagnola, attirando l’attenzione del cremonese che stava passeggiando con il suo cane. A quel punto il professionista ha redarguito il giovane, chiedendogli con modi gentili di raccogliere i rifiuti e gettarli nel vicino contenitore. “Perchè devi sporcare il mondo?”, gli ha detto il cremonese, “proprio tu che sei giovane dovresti dare il buon esempio e aver rispetto dell’ambiente”.

Invece di scusarsi e di raccogliere le cartacce, il ragazzo ha cominciato a dire in modo provocatorio che il cestino era troppo lontano, dopodichè sono partiti insulti e minacce: “Ma tu cosa vuoi, chi ti credi di essere, guarda che so chi sei, ti vengo a cercare”. Alla scena e alle frasi pronunciate a gran voce dal giovane straniero hanno assistito diversi passanti, ma nessuno è intervenuto. “E questa è una cosa che dispiace”, ha detto, amareggiato, il professionista.

“Il rispetto e l’etica appartengono ormai a pochi”, si è lamentato il cremonese. “E si vede da come sono diventate le nostre città dove regna la sporcizia e dove la maleducazione è dilagante. E il fatto che sia stato tolto un gran numero di cestini dalle vie del centro cittadino certamente non aiuta”.

Un problema, quello del centro storico, a cui stanno dando voce numerosi commercianti, professionisti e residenti, che più volte hanno segnalato la presenza di gruppi di ragazzini protagonisti di episodi di inciviltà, provocazioni, vandalismi e giri di spaccio. Una situazione esplosiva a cui nessuno sembra in grado di mettere mano ma che andrebbe al più presto risolta.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Commenti