Spettacolo
Commenta

Anche Sanremo 2022 parla
cremonese: tre le canzoni in gara

(foto di repertorio)

E’ ormai una tradizione consolidata degli anni recenti: non c’è Festival di Sanremo che non parli anche un po’ cremonese. E anche quest’anno sono tre le canzoni in gara scritte e/o prodotte da giovani artisti del nostro territorio.

Tra i favoritissimi per la vittoria finale a Sanremo 2022 c’è il duo Mahmood/Blanco: a produrre il loro brano è il cremonesissimo Michelangelo, al secolo Michele Zocca. Classe 1994, è tra i nomi più promettenti del panorama italiano, e c’è chi è pronto a giurare che l’inedito sanremese (che si chiama “Brividi”) sia stato inciso proprio nel suo studio di Vescovato.

Anche Edwyn Roberts torna a Sanremo: firma infatti “Dove si balla”, il brano già dato come futuro tormentone di Dargen D’amico. Il cremasco Davide Simonetta, invece, è tra gli autori della canzone “Sesso Occasionale” di Tananai (uno dei vincitori di Sanremo Giovani e quest’anno automaticamente in gara assieme ai Big).

Le ultime due edizioni sono state un successo per i nostri autori: era di Edwyn Roberts il testo di “Fai rumore”, che ha vinto nel 2020 con Diodato, mentre Davide Simonetta ha scritto e prodotto “Chiamami per nome”, sul secondo gradino del podio nel 2021 con il duo Fedez-Michielin.

Giovanni Rossi

© Riproduzione riservata
Commenti