Cronaca
Commenta

Polizia locale, tra lotta al Covid
e controlli ambientali. Il bilancio

Il tema dei rifiuti, i quartieri, il controllo di vicinato, la lotta alle truffe agli anziani, la sicurezza stradale, il contrasto all’abusivismo, il decoro urbano, il recupero dell’evasione fiscale, la scuola e tanto altro ancora nel bilancio 2021 della polizia locale. L’intenso anno di lavoro, ancora caratterizzato dai problemi derivati dalla pandemia, è stato illustrato questa mattina dall’assessore alla Sicurezza Barbara Manfredini e dal comandante Mariarosa Bricchi in occasione della celebrazione del patrono San Sebastiano.

In questo anno, che ha sicuramente visto un maggior ritorno alla normalità rispetto al 2020, il comando di piazza Libertà ha ancora una volta convertito tante risorse nei controlli sul rispetto delle norme anti Covid. 61 le giornate di controlli con un impiego  di 155 agenti. 195 le sanzioni sugli spostamenti non autorizzati, sull’uso dei dispositivi di protezione e sul rispetto delle quarantene. Controllate inoltre attività commerciali, esercizi pubblici e palestre.

Nel bilancio dell’attività della polizia locale 2021, però, c’è molto di più: sotto il profilo della polizia giudiziaria, 106 sono state le comunicazioni di notizie di reato; 2 a carico di minorenni; 8 in materia di codice rosso per le violenze sulle donne e sui minori. Tutte attività effettuate in collaborazione con i servizi sociali e con le altre forze dell’ordine. 32 le indagini delegate dall’autorità giudiziaria; 4 sequestri giudiziari; un arresto; 2 i procedimenti legati a cittadini stranieri; 3 quelli per droga.

Un tema molto sentito, come ha spiegato il comandante Bricchi, quello dei rifiuti. 265 le pratiche ambientali; 52 quelle edilizie; 320 i controlli; 65 i veicoli rimossi in stato di abbandono; 38 le sanzioni per violazioni ambientali e 5 le attività di indagine delegate dalla procura.

Per quanto riguarda invece i tributi locali, sono stati accertati 254 casi di evasione. L’attività sanzionatoria, invece, ha visto incassi per 1.562.528,12 euro, di cui 1.311.298,65 sanzioni per un totale di 32.151 violazioni accertate.

Capitolo incidenti: numeri di fatto maggiori del 2020, ma in linea, se si considera lo stop dovuto al lockdown. Nel 2021 gli incidenti con feriti sono stati 277 contro i 235 del 2020; 2 gli incidenti mortali e 6 quelli con persone in prognosi riservata. Al primo posto delle strade maggiormente interessate da incidenti c’è via Mantova con 47 incidenti, seguita da via Castelleone con 46 e da via Bergamo con 37. L’unità della polizia stradale ha rilevato 31.751 violazioni alle norme del codice della strada.

Essenziale e dai numeri importanti l’attività riguardante il trasporto pesante: un’attività gestita da personale specializzato per tutelare la sicurezza e contrastare l’inquinamento atmosferico. In questo ambito i veicoli controllati sono stati 347 per 401 violazioni, di cui 274 per omesso uso o alterazione del cronotachigrafo; 9 per trasporto abusivo o in violazione della licenza o del cabotaggio stradale in ambito internazionale e 56 per alterazioni del gas di scarico con ritiro della carta di circolazione.

Alla centrale operativa, che attualmente gestisce 80 telecamere di sicurezza, il totale degli interventi è stato di 19.288 (16.548 nel 2020), di cui 7.783 richiesti e 11.505 di iniziativa.

Per la polizia commerciale ed annonaria, le attività sanzionate sono state 54; i verbali redatti per violazioni amministrative 135; le violazioni amministrative contestate 145; 7 le notizie di reato redatte; 6 le attività abusive accertate. Di rilievo anche i controlli effettuati per contrastare il fenomeno della ludopatia.

Infine i cantieri: Complessivamente sono stati 1.544 i sopralluoghi effettuati sul campo contro i 1.168 del 2020. Una grossa percentuale (48%) ha riguardato l’occupazione del suolo pubblico. Nel 2021 gli interventi in campo edilizio hanno avuto un incremento legato agli incentivi statali per la ristrutturazione di immobili.

“Un anno intenso e proficuo”, hanno sottolineato l’assessore Manfredini e il comandante Bricchi. “Un gran lavoro che è stato possibile grazie anche alla stretta e continua collaborazione con tutti i settori e servizi dell’amministrazione e, in particolare, al rapporto con i cittadini”. L’assessore Manfredini ha ringraziato tutti gli appartenenti al Corpo per il grande senso del dovere dimostrato in un periodo  ancora molto complesso, rimarcando l’impegno dedicato ai servizi per le scuole e per il trasporto scolastico, così come per gli eventi, sportivi, culturali e di animazione, che hanno caratterizzato l’anno appena trascorso.

Dalla metà del prossimo mese di febbraio a dirigere il comando di Cremona arriverà il nuovo comandante  Luca Iubini, attualmente responsabile del Servizio Sicurezza Urbana del Comune di Brescia.

IL BILANCIO DELL’ATTIVITA’

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Commenti