Cronaca
Commenta

"Cremona illuMINA": luminarie
spente, si accende la solidarietà

Questa mattina, in occasione del compleanno di Mina, Botteghe del Centro e Confcommercio hanno svelato le ultime tappe del percorso delle luminarie parlanti d’autore di “Amor mio, non è solo una canzone”. Accese in occasione della Festa del Torrone le installazioni artistiche verranno spente domenica sera. Poi i trenta versi che impreziosiscono via Mercatello e via Solferino saranno smontati. Serviranno per un’asta benefica, in programma all’inizio dell’estate, a favore della Onlus Occhi Azzurri.

Per presentare l’evento, in sala Guerrini di Palazzo Vidoni, erano presenti Eugenio Marchesi, presidente associazione Botteghe del Centro, Andrea Badioni, presidente di Confcommercio, il direttore artistico Tiziano Corbelli, l’assessore Barbara Manfredini. In sala anche tanti altri promotori del progetto: da Mister Lumier, l’artista piacentino che ha materialmente realizzato le luminarie, a Filippo Mondini di Pro Cremona, oltre a Marco Stanga e Francesca Galli, vicepresidenti di Confcommercio e Botteghe, e i fotografi “ufficiali” dell’evento Salvo Liuzzi e Corrado Tedesco.

“L’iniziativa – conferma Eugenio Marchesi – ha avuto un ottimo riscontro mediatico. A Cremona sono arrivate le telecamere delle televisioni nazionali e gli inviati di tutte le maggiori testate giornalistiche. La stessa cantante, sui propri profili social, ha ringraziato per questo omaggio che non solo noi ma tutta la città ha voluto tributarle. Pensiamo che davvero sia stata una occasione significativa di marketing territoriale, capace di animare il centro. Ancora una vota ringraziamo tutti quanti hanno permesso questo risultato”.

“Come Amministrazione – dichiara l’assessore Barbara Manfredini – abbiamo voluto essere parte attiva di questo progetto, condividendolo e sostenendolo con tutte le realtà del tavolo del Distretto urbano. Quella di Botteghe e Confcommercio è stata una installazione davvero importante, con un fine ugualmente significativo, quello della solidarietà ad occhi azzurri”.

“Abbiamo voluto che questa installazione superasse il periodo natalizio – riprende Marchesi – per evitare che il progetto fosse derubricato a luminarie originali e curiose. Invece è una produzione artistica. L’asta di beneficenza era stata decisa sin dall’inizio. Abbiamo deciso di organizzarla all’inizio dell’estate, con la speranza di abbinarla ad una cena benefica, sempre a favore di Occhi Azzurri”.

Ad ospitare l’evento sarà Palazzo Trecchi. “Pensiamo ad una bella serata all’aperto – anticipa il presidente delle Botteghe del Centro -, senza le limitazioni di questa ultima fase di gestione della pandemia. Come data abbiamo ipotizzato la fine del mese di giugno”.

Conduttori della serata (e battitori dell’asta) saranno Andrea e Michele, voci di Radio DeeJay, da sempre legati alle Botteghe per aver ideato, curato e presentato la kermesse “StraDeeJay”, che apre i Giovedì d’Estate.

“E’ stato preparato un catalogo che sarà promosso anche in una versione speciale in digitale, così da promuovere l’asta non solo a Cremona ma tra i tantissimi appassionati che, in ogni parte del mondo, seguono la nostra cantante più famosa. – spiega Tiziano Corbelli, il direttore artistico –speriamo che Mina abbia colto tutta la passione, l’affetto che questa Opera luminosa possa aver trasmesso. La città e non solo ha risposto con grande entusiasmo. Il progetto sottolinea che non è solo una canzone, ed è vero perche è molto di più, si declina l’amore per il prossimo, e ad oggi riteniamo fondamentale che quando si elaborano iniziative come queste, uno spirito collettivo e di altruismo guidi il fine dell’idea”.

“Avremmo voluto fare questo omaggio già lo scorso anno – spiega Marchesi – Ma poi la pandemia ci ha imposto di spostarlo di dodici mesi. Dalle nostre imprese abbiamo avuto tante conferme di quanto i cremonesi siano stati coinvolti e di come sia intatto l’affetto che lega la nostra gente a Mina. Anche per questo siamo fiduciosi che l’asta benefica avrà un buon successo. Proprio per l’importanza del progetto da sostenere rilancio il mio appello ai cremonesi, alla loro generosità e allo spirito solidale e attento al prossimo che è un tratto identitario della nostra gente”.

Filippo Mondini, quindi, ha ricordato l’evento cha, in collaborazione con Confcommercio e Botteghe, ProCremona, CrArT e Consorzio Turistico InCremona propongono questa sera. “Insieme all’attore Massimiliano Pegorini, per celebrare l’attività di questa grande artista, organizziamo un itinerario in città alla scoperta non solo della storia di Mina, ma anche il suo legame con Cremona”.

“Nel 1958 a Cremona, in via Aporti al numero civico 37, – si legge sulla pagina dedicata all’evento – ha inizio una grande avventura che consegnerà alla storia la più grande cantante italiana contemporanea e una delle voci più belle a livello mondiale: Mina! La città di Cremona è in grado di raccontare, attraverso i suoi luoghi, i nove mesi che segnano indelebilmente la vita artistica di una giovane ragazza che con la sua mimica e l’uso rivoluzionario della voce ha cambiato il mondo della musica. Estro, creatività, innovazione, gestualità, look…tutto in Mina è una piccola grande rivoluzione!”

Infine Filippo Ruvioli. “Il progetto del centro riabilitativo – si legge nel catalogo – sta prendendo forma grazie alla sensibilità generosa e attenta di privati, Enti, Istituzioni e aziende. Anche l’asta benefica consente un ulteriore, importante, passo in avanti. A nome di tutta la Onlus Occhi Azzurri Onlus, oltre che a titolo personale, voglio ringraziare chi, fino ad oggi l’ha sostenuta e chi, in futuro, vorrà continuare a dare il proprio contributo”.

© Riproduzione riservata
Commenti