Chiesa
Commenta

Giovedì Santo, la benedizione
del sacro Crisma in Cattedrale

E’ cominciato questa mattina, Giovedì santo, con la Santa messa del crisma il triduo pasquale  in Cattedrale. “La celebrazione che abbiamo avuto il dono di condividere – ha detto al termine della celebrazione il vescovo Napolioni –  non è solo un rito, ma un grembo che diventa fecondo, colmo di affetto fraterno, sostegno reciproco, incoraggiamento, dialogo. Grazie, perchè ci proviamo e questo sostegno cerchiamo di non farcelo mancare”.

Il vescovo ha quindi consegnato ai vicari zonali le cassette con le ampolle contenenti l’olio benedetto, per essere distribuite alle parrocchie. Per ragioni precauzionali, anche quest’anno non si terrà il pranzo conviviale in seminario: appuntamento rimandato, si spera, a maggio.

Accanto a Napolioni hanno concelebrato il vescovo emerito Dante Lafranconi, il vicario generale don Massimo Calvi, il vicario per il Clero e la Pastorale don Gianpaolo Maccagni. Presenti inoltre  il delegato per la Vita consacrata don Giulio Brambilla, i canonici del Capitolo, i vicari delle cinque zone pastorali, i responsabili delle quattro aree pastorali e i sacerdoti che festeggiano un particolare anniversario di ordinazione.

Oggi le celebrazioni in Cattedrale continueranno alle 18, con la S. Messa “in Coena Domini”, in diretta sul portale Diocesi, social e tv. Anche quest’anno non si svolgerà il suggestivo rito della lavanda dei piedi. gb

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti