Cultura
Commenta

Al Manin si riscopre il "caso
Nietzsche". 31 maggio conferenza

Considerazioni attuali: il caso Nietzsche a Cremona cinquant’anni dopo, è il titolo della conferenza in programma al liceo Manin il prossimo martedì  31 maggio alle ore 17, esattamente a 50 anni di distanza dal convegno di studi nietzscheani che si tenne a Cremona il 31 maggio 1972 con la partecipazione, tra gli altri, di traduttori di riferimento delle opere di Nietzsche, come Mazzino Montinari e Ferruccio Masini, e di suoi interpreti eminenti, come Gianni Vattimo (gli atti del convegno confluirono nel volume Il caso Nietzsche, Quaderni del Convegno, Cremona 1973).

L’iniziativa, promossa dal professor Marco Mantovani – docente di Filosofia e Storia del Manin – vuole, da un lato, sottolineare la precoce attenzione verso le opere del filosofo tedesco che la città di Cremona seppe raccogliere a così pochi anni dalla prima edizione critica delle opere nietzscheane, curata appunto da Mazzino Montinari e Giorgi Colli a partire dagli anni Sessanta e, dall’altro, riprendere e rilanciare un interesse che si  dimostra, a distanza di mezzo secolo da quel primo convegno, ancora fruttuosamente attuale.
“Il titolo Considerazioni attuali, scelto per la conferenza – spiega il prof. Mantovani – vuole evidentemente richiamare la serie di quattro saggi che Nietzsche stesso denominò “inattuali”, perché in contro tendenza rispetto alla cultura del suo tempo, per sottolineare invece l’attualità sempre viva del pensiero nietzscheano.

L’idea della conferenza nasce infatti dal desiderio di mettere in luce come già cinquant’anni fa proprio a Cremona l’attualità del ‘caso Nietzsche’ fosse stata pienamente colta ed è proprio questa attualità dell’autore che il Liceo Manin con questa conferenza cerca nuovamente di lasciar emergere”.

La conferenza si propone di stimolare la riflessione sulla dimensione estetizzante del filosofare di Nietzsche, declinandolo in tre diversi interventi che saranno tenuti rispettivamente dal professor Franco Gallo, apprezzato autore di saggi di critica filosofica e letteraria, dallo stesso professor Mantovani e da Marco Bergonzi, laureando magistrale all’Università di Trento ed ex alunno del Liceo.

La conferenza, che si terrà nel giardino del Liceo Manin, in via Cavallotti 2 (in caso di  maltempo, in Aula Magna), è aperta a tutta la cittadinanza.

“L’idea del professor Mantovani di promuovere un evento su Nietzsche qui al Manin – spiega la dirigente scolastica Maria Grazia Nolli – riscontrando la disponibilità del professor Gallo, profondo conoscitore del filosofo tedesco, e l’interesse di Marco Bergonzi che, da ex-allievo della nostra Scuola, ne sta approfondendo lo studio con un approccio
critico, conferma la vocazione del nostro Liceo come centro propulsore di cultura umanistica e di stimolo al pensiero critico: due aspetti perseguiti dai docenti nella quotidianità della didattica rivolta agli studenti, nonché tramite iniziative rivolte anche al territorio come questo convegno”.

La conferenza costituirà anche una opportunità di approfondimento per i diplomandi, essendo Nietzsche programma dell’ultimo anno di corso e rientrante fra i pensatori che potrebbero essere trattati all’Esame di Stato.

© Riproduzione riservata
Commenti