Politica
Commenta

Foggetti (FdI): "Siamo oltre il 30%
ma restiamo quelli di sempre"

Il coordinatore provinciale di Fratelli d'Italia alla cena natalizia del partito cremonese: "Ora l'obiettivo è eleggere un nostro consigliere regionale". Gruppo dirigente al lavoro anche per tornare ad occupare la storica sede del Msi e di An a Cremona, in viale Po 11

Stefano Foggetti e Carlo Fidanza

“Alle elezioni politiche, Fratelli d’Italia ha raggiunto in provincia di Cremona il 32% dei consensi: è stato il miglior risultato ottenuto in Lombardia e dobbiamo esserne fieri”. Lo ha detto ieri sera Stefano Foggetti, coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia, intervenendo alla cena natalizia del partito cremonese, al Relais Convento di Persico Dosimo. Ospite l’europarlamentare milanese Carlo Fidanza, mentre il senatore cremasco Renato Ancorotti non ha potuto partecipare a causa dei lavori parlamentari in corso a Roma per l’approvazione della manovra economica.

“Non dimentichiamoci mai che siamo partiti dieci anni fa dall’1% – ha proseguito Foggetti -: dobbiamo restare quelli di sempre, continuando con passione ad operare sul territorio. Ora l’obiettivo immediato – ha detto ancora il coordinatore – è quello di eleggere un consigliere regionale cremonese di Fratelli d’Italia”. Nei prossimi giorni il direttivo provinciale proporrà le candidature al regionale per ottenere un via libera che, almeno formalmente, passerà anche da Roma. Sul tavolo ci sono più nomi, anche se ieri sera ufficialmente non ne sono stati fatti. Potrebbero essere candidati l’attuale capogruppo in Comune a Cremona, Marcello Ventura, lo stesso Foggetti o Alessandro Zagni, già esponente leghista cremonese passato poche settimane fa a Fratelli d’Italia. Sullo sfondo ci sono anche le elezioni comunali del 2024, quando numerose amministrazioni andranno al voto, tra cui anche Cremona, dove Fratelli d’Italia potrebbe chiedere di esprimere, considerando i numeri, il candidato sindaco di centro-destra. Sempre in città a Cremona, il partito sta lavorando anche per tornare ad occupare la sede storica del Movimento Sociale Italiano prima e di Alleanza Nazionale poi, in viale Po 11.

“Vedo grande entusiasmo e grandi aspettative nei confronti del governo e di Giorgia Meloni – ha detto Fidanza – e non possiamo deludere le attese e disperdere il consenso ottenuto con una crescita ordinata e sana: tocca a ciascuno di noi lavorare per raggiungere obiettivi concreti, a tutti i livelli. Se otterremo buoni risultati anche alle elezioni regionali e ai successivi appuntamenti elettorali – ha proseguito l’europarlamentare -, daremo un contributo importante alla stabilità di questo governo, permettendogli di durare cinque anni e forse anche di più e di incidere realmente nella storia del nostro paese”. g.lo.

© Riproduzione riservata
Commenti