Cronaca
Commenta

Semafori, naufraga il progetto
T-Red: problemi di installazione

Naufraga il progetto T-red, il sistema digitale di rilevazione delle infrazioni da “semaforo rosso”, articolo 146 del Codice della Strada avviato dall’amministrazione comunale in via sperimentale lo scorso ottobre. La revoca è arrivata nei giorni scorsi, a causa di “problemi di tipo operativo, sia riguardo l’installazione dei sistemi di ripresa sui pali della pubblica illuminazione esistenti sia riguardo la fornitura di energia elettrica” si legge nella determina di revoca. Il contratto del Servizio di gestione della pubblica illuminazione e degli impianti semaforici del Comune di Cremona, infatti, “esclude esplicitamente la possibilità di installare carichi esogeni di tipo elettrico e statico”.

In sostanza, quindi, sui semafori cittadini non possono essere installate le telecamere che avrebbero dovuto leggere le targhe di chi passa con il rosso ai semafori, che si era deciso di collocare in piazza Libertà e Risorgimento. L’attrezzatura era stata noleggiata a un costo di 73.200mila euro, per 12 mesi. A fronte della revoca, l’amministrazione ha quindi preso atto della diminuzione dell’impegno economico previsto, relativamente ai mesi di effettivo noleggio. LaBos

© Riproduzione riservata
Commenti