Commenta

E' in crescita l'export cremonese Calo generalizzato delle importazioni

evidimp

Raggiungono quota 3.340 milioni di euro nel 2012 le esportazioni cremonesi. Numero che vale un +2,4% in provincia considerati i 3.261 milioni del 2011. La media nazionale arriva a +3,7% (da 375.903 milioni a 389.725). Osservando le aree vicine a quella di Cremona si osservano i boom di Piacenza, Lodi e Pavia, rispettivamente a +18,6% (da 2.665 milioni a 3.160 nel 2012), a 10,9% (da 2.192 milioni a 2.430) e a +10,2% (da 3.572 milioni a 3.935). In provincia di Parma, invece, le esportazioni sono cresciute del 3,3% (da 5.343 milioni a 5.519) mentre nella zona di Reggio Emilia l’incremento è dell1,2% (da 8.342 milioni a 8.442). Sono numeri, questi, diramati dall’Istat ed elaborati dalla Camera di commercio piacentina. Analizzate e confrontate anche le importazioni, che registrano molti segni meno. Cremona (-5,5% tra 2011 e 2012) è in linea con il panorama nazionale (-5,6%). Riduzioni elevate a Piacenza e Reggio Emilia (-11,9% e -10,4%). Lodi a -6% mentre in provincia di Pavia il calo delle importazioni si ferma a -3,4%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti