Commenta

Schianto in moto, addio a Sara "Eri solare, il tuo sorriso ci mancherà"

evid-inc-2

Sopra, il luogo dell’incidente e la giovane vittima

Dolore indescrivibile quello di familiari e amici per la morte di Sara Conte, la ragazza che ha perso la vita nella serata di domenica a causa di uno schianto in moto. In poco tempo la notizia dell’accaduto si è diffusa a Crema e nel Cremasco. Molti sono i pensieri pubblicato sul profilo Facebook della giovane. Ricordi, riflessioni, saluti. In tanti evidenziano il sorriso di Sara, persona solare. “Avrei voluto vederti ancora, saresti dovuta tornare, come l’estate scorsa. Voglio ricordare solo le risate”, scrive Michela. Roberto: “La tua risata sarà sempre ineguagliabile”. Alessandro: “Sara oddio. Non so cosa dire. Ti ho vista l’altro giorno alla Coop e mi hai salutata con il tuo solito splendido sorriso. Mi mancherai”. “Dire che sei una ragazza speciale non basta”, scrive Maria Giovanna, che ricorda la voce, la solarità e l’energia di Sara Conte. Irene: “La tua vita è stata troppo breve. Addio e grazie per la gioia che portavi in ogni posto dove andavi”. Elena: “Perché succedono queste cose? Non lo so, non ci voglio ancora credere, sei sempre stata una delle migliori, l’amica a cui dicevo tutto. Eri, sei e rimarrai un’amica fantastica”. E tra i tanti messaggi c’è anche chi se la prende con la moto che Sara amava tanto: “La tua moto eh..La sto maledicendo, ma non ho mai avuto paura per te, tu che eri responsabile, chi se lo aspettava?”

La 16enne, che frequentava il liceo linguistico Shakespeare, era uscita domenica sera con il fratello Pietro per andare all’oratorio e proprio mentre stava tornando a casa, a un centinaio di metri della sua abitazione, ha perso il controllo della sua moto finendo prima contro un palo e poi fuori strada. Inutili tutti i tentativi di salvarle la vita da parte dei medici del 118. La camera ardente è stata allestita a casa dei nonni in via Piacenza. I funerali saranno celebrati domani, martedì, mattina alle 11 nella chiesta di Santa Trinita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti