14 Commenti

Ricorso contro Albertoni, confermata la data del 16 per la prima udienza

Albertoni

Confermata la data di mercoledì 16 novembre per la prima udienza davanti al Tar di Brescia sul ricorso contro la nomina di Franco Albertoni all’AEM. Il Tribunale potrebbe decidere subito sulla richiesta di sospensiva cautelare avanzata Mirko Brignoli, avvocato del ricorrente Alessanro Carpani, bloccando di fatto la nomina di Albertoni e del Cda.

Non si esclude però anche una sentenza breve, ossia una decisione immediata del Tar nel merito.

 

Queste, lo ricordiamo, le richieste del legale di Carpani nel ricorso contro il Comune e contro Albertoni:

– In via cautelare: “Previa fissazione di udienza in camera di consiglio, sospendersi i provvedimenti impugnati, nonché ogni altro atto o provvedimento ad essa pregresso, preparatorio e comunque connesso o in subordine, adottare il provvedimento cautelare ritenuto più opportuno per tutelare le ragioni del ricorrente“.

– In via principale e nel merito: “dichiarasi illegittimi e/o comunque annullarsi il Decreto del Sindaco di Cremona del 25/07/2011, e successivo decreto 29/07/2011 aventi ad oggetto la nomina del Consiglio di Amministrazione di A.E.M. Cremona S.p.A. (…) nonché ogni altro atto o provvedimento ad essa pregresso, preparatorio, successivo e comunque connesso alla luce delle ragioni di accoglimento del presente ricorso“.

– In subordine alle richieste, i legali di Carpani chiedono al Tar di “ordinare la nomina del nuovo C.d.A. al fine di risolvere il contrasto con la norma in questione, scegliendo i nominativi tra la rosa di candidati già depositata agli atti del Comune, tra i quali risulta il nome del ricorrente“.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • ugo

    provate a immaginare se la nomina fosse stata di uno di destra e le cose invertite, la sinistra avrebbe scatenato l’inferno e il nominato di destra si sarebbe dimesso dopo 3 giorni.

    • bruno

      Ma perchè? Albertoni non è uno dei vostri?

      • ugo

        ci mancherebbe anche questa,

      • bruno

        Dissento dal mio “omonimo” bruno, Albertoni e’ una “questione interna al centro-sinistra” perche’ Perri non rappresenta sostanzialmente un programma di centro-destra, a parte le sigle dei partiti della maggioranza, ma e’ un governo che deve fare da “ponte” da un’amministrazione di centro-sinistra passata ed un’altra futura di centro-sinistra che, alcuni sperano, sia richiamata ancora al governo della citta’ di Cremona. Quindi Albertoni(centrosinistra) + Perri(centrosinistra-duplex) = “questioni interne al centro-sinistra”.

        • ulisse

          Perri era del MSI, quando gli uomini erano tali.

    • angela

      qualcuno che vedeva molto lontano anni fa aveva dedicato un disco a questo”groviglio politico”:qual’e’ la destra,qual’e’ la sinistra.( G.Gaber )

      • bruno

        …c’e’ il groviglio anche sui nomi: chi e’ il “bruno” di destra e chi e’ il “bruno” di sinistra?…

        • angela

          l’importante e’ che non sia un solo Bruno ma con le idee confuse!

          • bruno

            …se le sue sono idee “chiare”, allora si spiega bene l’esistenza della “confusione”…

          • angela

            no comment

          • angela

            Aspetto che me le chiarisca lei.Cosi sto’ fresca…

  • IN….”NOMINATO” E LA PROPRIETA’ TRANSITIVA

    Mr. Bruno, avete + che “sacrosanta” ragione. Il rag. Albertoni, per sua sponte, è a tutti gli effetti ormai “uomo di Perri”. Per la ben nota proprietà transitiva (A uguale a B, B uguale a C…A è uguale a C) se Perri è espressione di centro destra ed Albertoni espressione di Perri…per Albertoni si può legittimamente affermare essere gioco forza ”uomo di centro destra”. La matematica “mica” è opinione. Diceva l’ineffabile ex Ministro Alfano in occasione dell’inaugurazione dell’Anno Giudiziario: “I Giudici sono soggetti solo alla Legge, ma le Leggi le fa il Parlamento”. Non dice ma, sottintende invece che, poichè in Parlamento la maggioranza è “nominata” da Berlusconi…..i giudici debbono essere soggetti a….Berlusconi!
    Ma vi rendete conto, ancora Mr. Bruno? Più chiari di così!

    • Gigi

      In realta’ e’ un discorso completamente fallace.
      E’ come dire che se la colf lavora per me allora e’ del mio partito politico. C’entra veramente poco, si fa fatica a pensare con la propria testa? Voglio dire se uno deve fidarsi sempre e solo del proprio schieramento politico?

  • AVE GIGI

    A GIGI!…ER PRESIDENTE ARBERTONI MICA E’ ‘NA COLF! LI COMPARI SUI DE PRIMA L’ABBIANO AVUTO EN GRAZIA E TE L’ABBINO MESSO LI’….DA MO! ER BONO RAGIONIE’ SE N’EBBI DA APPROFITTA, PUR DA MEDESIMO MAXIMAMENTE AESTIMATO!
    SUL DA FA NE DOVREBBIMO PARLA FIN ANCO A….CANOSSA. TANTO, DE GUSTIBUS DISPUTANDUM NON EST.
    p.s. ironico voluto intercalare, a riave Gigi!