Un commento

Omicidio di via Capra, a Pelucchi concessi i domiciliari: il 72enne è tornato a casa

evidenza-via-capra-ferro

L’uomo col Suv finisce agli arresti domiciliari. Ieri l’interrogatorio del giudice per le indagini preliminari di Brescia Marco Cucchetto, oggi la decisione. Angelo Pelucchi (nella foto de Il Giorno), imprenditore 72enne, esce quindi dal carcere di Canton Mombello, dove è arrivato per l’omicidio del pensionato 76enne Guido Gremmi in via Capra, a Cremona, dopo essersi costituito domenica sera, braccato dalla polizia di Cremona, ai carabinieri di Brescia. «Non volevo uccidere, è stata una manovra involontaria», questa la posizione dell’imprenditore di Bassano Bresciano riportata dai suoi avvocati, Massimo Bonvicini e Michele Bontempi, che avevano proprio chiesto gli arresti domiciliari. Si attende in mattinata l’autopsia sul corpo Gremmi, utile per una maggiore chiarezza sulla dinamica dell’impatto tra l’auto di Pelucchi e lo stesso Gremmi in via Capra.

AGGIORNAMENTO

A bordo di un furgone della polizia penitenziaria l’imprenditore di Bassano Bresciano è arrivato a casa in mattinata. All’uomo, come detto, dopo l’interrogatorio di ieri del giudice per le indagini preliminari di Brescia, sono stati concessi gli arresti domiciliari.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Guido

    Speriamo a questo punto nella giustizia Divina….