Commenta

Impianto di biogas nell'area ex Bortolotti, Bordi: "E' una delle ipotesi" E il Pd annuncia battaglia

consiglio

Impianto di biogas nell’ex area Tamoil? E’ una delle ipotesi al vaglio, in particolare nell’area dell’ex deposito Bortolotti, lungo la tangenziale. Incalzato da un’interrogazione di Alessia Manfredini e Daniele Burgazzi (Pd), durante il Consiglio comunale di oggi l’assessore Francesco Bordi ha precisato che l’ipotesi è effettivamente in campo. “A me piacerebbe” ha aggiunto Bordi.
L’interrogazione del Pd chiedeva di sapere se corrisponda al vero che l’amministrazione comunale si sta orientando verso quell’ipotesi specifica, a che punto sia il progetto e se era intenzione del Comune confrontarsi in consiglio sull’argomento.
Manfredini si è detta “insoddisfatta dalla risposta e molto delusa dell’atteggiamento poco garbato dell’assessore”. “Le tre domande – spiega l’esponente del Pd – non hanno trovato risposta e sono preoccupata. Anziché pensare ad un impianto di biogas vicino alla città, vicino ad una scuola, a pochi metri dal seminario e dalla Stanga, la giunta dovrebbe contenere e ridurre le fonti emissive, sopratutto alla luce della situazione dello smog a Cremona e dell’avvio  della nuova centrale di biomasse vicino all’inceneritore”.
In Provincia, ricorda Manfredini, pochi giorni fa è stata approvata all’unanimità dal Consiglio una mozione del Pd per porre un reo alla realizzazione di impianti per il biogas sul territorio cremonese.
“La giunta Perri va inspiegabilmente controcorrente – conclude il consigliere -. Il Pd chiederá un approfondimento in commissione”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti