Ultim'ora
8 Commenti

Le parole di Vitali non rappresentano la posizione Udc

Lettera scritta da G. Foderaro (Udc)

Gent.mo sig. Direttore,
leggo le dichiarazioni del sig Vitali alla sua prima presentazione in consiglio comunale subentrando all’ing. Zanibelli: anticipo subito che le ritengo affermazioni del tutto personali che non condivido nel metodo, nei toni e nei contenuti.
Non le ritengo condivisibili nel metodo in quanto mai nessun organo di partito, comitato cittadino in primis, a differenza di quanto sempre accaduto in passato, ha avuto modo di condividere o approfondire i giudizi del sig. Vitali.
Non le condivido nei toni perchè parlare di “Sindaco burla” (come riportato su alcuni testi giornalistici) significa disattendere uno stile di rispetto, dialogo ed educazione che l’Udc ha sempre mantenuto, anche esprimendo dissenso e giudizi politicamente ben piú forti di quelli espressi oggi.
Non le condivido nei contenuti in quanto, se il sig. Vitali avesse avuto il buon senso politico di informarsi ed approfondire la posizione dell’Udc locale, avrebbe scoperto che il direttivo cittadino (di cui Vitali fa parte e che rappresnta il partito, la cui linea politica ogni eletto deve preoccuparsi di rispettare se vuol essere consigliere rapprentante dell’Udc) ha appena sostenuto il bilancio preventivo proposto dal Sindaco proponendosi di agire, da forza di maggioranza, proprio nell’ottica della riduzione dei costi anche relativi a quelli dell’apparato burocratico.
Tutto ció premesso non saró certamente io a voler limitare la libertà di giudizio di un consigliere comunale ma deve essere chiaro che, quanto espresso oggi, non rappresenta in alcun modo la posizione dell’Udc ma ne risponde personalmente e politicamente il consigliere Vitali.

Giuseppe Foderaro
Segretario cittadino Udc Cremona

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti