2 Commenti

Rissa tra fratelli, insulti e violenza contro gli agenti

rissa-polizia

Intervento degli uomini della squadra volante verso l’una della scorsa notte in corso Vittorio Emanuele per una rissa tra due fratelli marocchini. Al loro arrivo i poliziotti li hanno trovati impegnati in un’accesa discussione. Qualche minuto prima, però, erano venuti alle mani, in quanto entrambi avevano lesioni e ferite al volto giudicate non gravi dai medici del 118 che li hanno curati.  Una terza persona, un altro marocchino, aveva cercato invano di riportarli alla calma. I due fratelli, entrambi ubriachi, sono stati condotti nei vicini uffici della questura per essere identificati e per chiarire la vicenda. Una volta in questura, però, uno dei due fratelli ha cominciato ad insultare gli agenti e a sferrare calci e pugni. Il giovane si è pure rifiutato di fornire le proprie generalità. Alla fine entrambi sono stati sanzionati per ubriachezza e per il fratello violento è anche scattata una denuncia per resistenza e minaccia a pubblico ufficiale e per aver rifiutato di fornire i propri dati anagrafici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Giovanni Baldesio

    E il profeta cosa dice?
    Profetaaaaaa….
    Questi si ubriacano nonostante il divieto!
    Le ragazze del Manin sono obbligate contro il nostro ordinamento a coprirsi il capo e sono oggetto di discriminazione, mentre qualcuno puo’ violare apertamente i precetti.

    Ah, le generalita’…
    Ve le dico io: il tipo si chiama Mohamad che’ Mohamed e Mohammed lo ha gia’ usato in precedenti “problemi”

    Il “sanzionati” e’ invece talmente ridicolo che non voglio scriverne, cosi’ come per la denuncia. Assurdo.

    • il profeta

      spiegati meglio non capisco essendo un profeta ho oltre 2000 anni e quindi faccio fatica acapire le cose. ciao