Commenta

Sottopassi, la Giunta si è dimenticata di Cava e Picenengo

Lettera scritta da Giorgio Albera

Sig. Direttore,

sono costretto a denunciare la incomprensibile dimenticanza della Giunta del Comune di Cremona per aver escluso Stazione Cava e Picenengo dai  progetti per l’eliminazione dei passaggi a livello. Infatti appare gravemente pregiudizievole per la realizzazione del raddoppio del binario Cremona – Cava , che la Giunta non abbia dato incarico a CentroPadane di progettare ,insieme alla rimozione delle barriere di S.Felice , Via Brescia e Via Persico, anche i sottopassi di Stazione Cava e Picenengo. Tale “dimenticanza” è in palese contraddizione con le affermazioni del Vice Sindaco Malvezzi che lo scorso 23/10 dichiarava pubblicamente che il  rinvio del raddoppio ferroviario al 2014 era “solo tecnico” e che era “da fugare ogni dubbio circa la volontà dell’Amministrazione di realizzare questa opera fondamentale e strategica per i Pendolari della linea CR-MI e per l’Area Industriale Portuale”.
Invece emerge al contrario che, se mai per il 2014 Rfi, Regione, Provincia e Comune di CR  riuscissero davvero a trovare i 17mln. necessari per il raddoppio, a quel punto mancherebbero i progetti per i due sottopassi di Cava Stazione e Picenengo, col bel risultato che, se pure finanziati, non potrebbero essere realizzati, bloccando di fatto tutta l’opera!

Chiedo pertanto che la Giunta del Comune di Cremona colmi tale carenza, subito affidando a CentroPadane anche la progettazione, almeno preliminare, dei sottopassi di Stazione Cava e Picenengo.

Giorgio Albera
Presidente del C.d.a.
Porto-Polo Logistico di Cremona Srl

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti