2 Commenti

Macchinette, a gara il servizio in Comune 139mila bevande calde in due anni

macchinette

Macchinette di bevande e snack. In Comune è scaduto il contratto stipulato con la ditta Idealservice di Viadana (Mantova) relativo al servizio di ristorazione a mezzo distributori automatici di bevande calde e fredde, nonché di pasticceria presso le diverse sedi comunali e presso la Facoltà di Musicologia di corso Garibaldi. Serve affidare il servizio per il prossimo biennio, periodo 1° giugno 2013-31 maggio 2015. Il Comune, dunque, ha indetto una procedura negoziata da espletarsi sulla piattaforma Sintel predisposta da Regione Lombardia per gli acquisti on-line. Il canone di concessione previsto è pari a 38mila esclusa Iva, 19mila euro annui. I distributori da istallare sono una trentina. I tecnici del Comune valuteranno qualità dei prodotti offerti (la miscela del caffè avrà un punteggio in base alla percentuale di arabica presente), caratteristiche dei distributori, gestione e organizzazione del servizio e migliorie. “Il prezzo del caffè e del tè – si legge nel capitolato speciali ed oneri – dovrà essere pari a € 0,35 e rimanere fisso per tutta la durata della concessione”.

Ma quali sono i consumi? In meno di due anni a palazzo comunale sono stati 25mila 548 i consumi al distributore di bevande calde, 8336 quelli al distributore di snack e bevande, 8150 alla macchina bevande calde a cialde. Tra gli altri settori, la Polizia Municipale registra 15mila 359 consumi al distributore di bevande calde, 14mila 123 a quella di snack e bevande. Afflussi alti alle macchinette anche a palazzo Ala Ponzone (sede di Anagrafe e Servizi Sociali) con 19.063 concimi al distributore di bevande calde e al comparto uffici di via Aselli (sede Lavori Pubblici) con 16.624.
Sommando i distributori sono stati 139mila 379 i consumi totali ai 21 distributori di bevande calde (anche a cialde), 60mila 535 quelli alle 10 macchinette di snack.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Filippo Fusar

    Sarebbe stato interessante pubblicare un rapporto ‘pro caput’ dei vari uffici/palazzi tanto per rendere edotta la popolazione sulle pause caffè!
    Io personalmente, tutte le volte che vado in comune (corte Federico II) gli impiegati sono perennamente in pausa caffè … ecco perchè dopo fanno i nervosetti 🙂

  • marino

    TU SEI UN IMBECILLE VERAMENTE.