Commenta

Digit e Skype, si evolve in tribunale la comunicazione online

digit

Nella foto, l’udienza online (a sinistra l’avvocato Lapo Pasquetti, Marco Cascella in video e il giudice Pierpaolo Beluzzi)

Udienza “online” oggi in tribunale grazie al progetto informatico Digit del giudice Pierpaolo Beluzzi. Un sistema che ormai si è evoluto, supportando anche i sistemi di comunicazione online con piattaforma Skype. Quella di oggi era un’udienza di convalida di un arresto di due cittadini bulgari. Tramite i sistemi di connettività (banda larga Aemcom) di cui è dotato il tribunale, è stato possibile in tempo reale rintracciare un interprete (Marco Cascella, dello Studio Traduzuioni di Trieste) che per motivi di lavoro si trovava a Bari. Grazie al collegamento via Skype, si è potuto procedere alla convalida nei termini imposti dalla legge. Il sistema ha consentito anche la condivisione dei documenti elettronici (è stato utilizzato il sistema di condivisione dei commenti previsto dalla piattaforma Skype). Confermata, dunque, la scelta di Innovazione Smart del tribunale di Cremona diretta a rendere disponibili presso il palazzo di giustizia le migliori e più diffuse forme di comunicazione online in un vero percorso  “Giustizia orientato al servizio dei cittadini”, agevolandone la loro partecipazione alle udienze, in un contesto di efficienza, flessibilità e creatività  in rete. Per quanto riguarda la direttissima, il giudice ha convalidato l’arresto di entrambi gli imputati che al termine dell’udienza sono stati rimessi in libertà (per loro la procura non ha chiesto la misura cautelare) in attesa del processo (il legale ha chiesto i termini a difesa) che è stato fissato per lunedì prossimo 10 giugno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti