3 Commenti

Assemblea Bissolati di nuovo in corsa gli ex revisori dei conti

bissolati-evid

AGGIORNAMENTO – Le candidature alla carica di revisori dei conti potranno essere presentate fino all’ultimo minuto prima dell’inizio dell’assembla della società canottieri Bissolati, prevista per oggi pomeriggio (sabato 13 luglio) alle 16. Solo una certezza, al momento: i professionisti che avevano ritirato la propria disponibilià dopo la bufera abbattutasi sul Bilancio preventivo 2013 (bocciato dai soci il mese scorso) hanno nuovamente accettato di candidarsi su sollecitazione del nuovo direttivo presieduto da Alessandro Zanetti. La mancanza del collegio dei revisori renderebbe impossibile l’approvazione del Bilancio. Alla sua revisione il Direttivo sta lavorando alacremente per arrivare ad una proposta definitiva da presentare ai soci il 27 luglio prossimo, data dell’ulteriore assemblea.

La situazione starebbe quindi per normalizzarsi, ma il clima è teso. “Pur considerandosi validamente costituito”, si legge nel notiziario sociale della Canottieri Bissolati,  il Direttivo “ritiene di non potersi considerare operativo a pieno titolo per la vacanza assoluta del collegio dei revisori”.  Pertanto il direttivo si asterrà dall’assumere delibere che devono essere assoggettate al controllo del collegio finchè questo non sarà costituito. Ad esempio, niente impegni di spesa che non siano di carattere ordinario o urgente. “La vacanza del collegio dei revisori”, continuano allarmati i membri del direttivo, “deve essere assolutamente momentanea ed eccezionale (….) l’impossibilità ad operare a pieno titolo impedisce la presentazione della revisione del Bilancio di Previsione per l’anno 2013, che verrà sottoposto all’approvazione dei soci in una successiva assemblea entro la fine di luglio”. Rispetto alla previsione del Bilancio (bocciato dall’assemblea), sono state apportate varie modifiche (classificazione delle singole voci di spesa per centro di costo, spese correnti nei primi cinque mesi dell’anno, ripristino dell’equilibrio dei flussi di entrata ed uscita ecc.). In pratica resta ancora da quantificare la quota sociale di quest’anno, che “ristabilisca un’appropriata attribuzione della destinazione di ciascuna sua componente a voci di spesa correlate e non vada a gravare in misura imprevista sui Soci”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • eli

    La societá è in degrado non solo dal punto di vista collegiale.
    Erba alta non tagliata o addirittura mancante (piscina 50 m), foglie non rastrellate, cartacce e assorbenti femminili nel prato.La manutenzione è assente e piena di lacune.Sarebbe meglio che invece di pavoneggiarsi a vip certi soci si rimbaccasero le maniche per il bene della societá.

    • Cippo

      Speriamo che le bissolatine, dopo essersi tolte il tappo in mezzo al prato (e averlo lì abbandonato)… non vadano subito a tuffarsi in piscina!… No, dai, mi raccomando…

  • son daccordo con eli
    la società è in abbandono..e la maggior colpa è dei soci che ritenendosi”vip”non si abbassano nemmeno a raccogliere una bottiglietta da terra ma fan chiamare gli operai,come se nn avessero nulla da fare!
    basterebbe un pò di alterigia in meno e un pò di senso civico da parte di tutti…invece siam messi davvero male come organizzazione!