Commenta

Barriere allo Zaist, verifiche acustiche solo in inverno a fine lavori

barriera 1

Le barriere antirumore collocate al quartiere Zaist funzionano o no? Lo sapremo dal prossimo inverno, perchè al momento, nonostante i correttivi apportati dall’amministrazione comunale alle installazioni orginarie, i lavori non sono ancora stati completati. E’ la risposta dell’assessore ai lavori Pubblici Francesco Zanibelli ad Alessia Manfredini, consigliere del Pd, all’interrogazione datata 21 giugno. L’esponente di minoranza esprimeva perplessità circa il supplemento di spesa affrontato dal Comune per migliorare gli effetti anti-rumore della barriera, dopo la sua realizzazione costata 128.723 euro. I lavori erano stati eseguiti dalla ditta Urbantech di Pontedera, ma ben presto, anche attraverso le segnalazioni del comitato di quartiere Zaist, il Comune aveva dovuto prendere atto che il sistema era insufficiente ad allontanare i rumori della tangenziale. Così, a giugno di quest’anno, il Comune affidava mediante cottimo fiduciario ulteriori lavori migliorativi alla Paolo Beltrami Spa, consistenti nella realizzazione di dune mitiganti da inerbire e piantumare, cosa che verrà eseguita in autunno-inverno.  A seguito di quell’affidamento la Manfredini chiedeva quali ne fossero i presupposti e in particolare chiedeva copia dei rilievi fonometrici nei tre distinti momenti prima dei lavori, ma soprattutto durante e post-operam.

“La risposta dell’Assessore di ieri – afferma Manfredini – conferma invece che i soli rilievi fonometrici disponibili sono quelli che certificano la situazione preesistente alla costruzione della barriera, quindi di maggio 2009 (giunta Corada) e niente di più. E che si avranno solo nuove analisi acustiche non prima del prossimo autunno/inverno. Mi spiace constatare che tutto viene fatto con un alto grado di fiducia  e si affidano dei lavori supplementari, con costi a carico della collettività,  senza un minimo di verifica tecnica. A questo punto, vigileremo sulla tempistica successiva, con la speranza che una volta  posizionate le dune in terra, fatta crescere l’erba, completata la piantumazione di sommità e di perimetro, l’analisi acustica confermi che con i due interventi, la barriere e le dune, ci sia effettivamente la riduzione dei decibel”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti