Cronaca
Commenta14

Comunali 2014, Pdl in fermento 'Perri sì, ma senza Nolli' E spunta l'ipotesi Salini

Certo, il periodo è quello della pausa estiva. Anche per il Pdl cremonese. Ma i movimenti e il fermento in vista delle Comunali 2014 stanno interessando anche in questi giorni vacanzieri la maggioranza locale, a palazzo e fuori. Ci sono stati degli incontri tra alcuni esponenti del Pdl e forze economiche della città per studiare la strategia da adottare per le urne. Il sindaco Oreste Perri, dopo un primo momento in cui veniva dato per non più candidabile, sta riprendendo quota. Torna forte l’ipotesi del Perri bis ma ad una condizione: che il vicesindaco Roberto Nolli si faccia da parte. Proprio lui che per primo sponsorizza la ricandidatura del sindaco uscente, lui che su Facebook ha scritto: “I commenti politici (forse) da settembre. Le pause servono moltissimo. Parleremo in agosto di tutto quello che fa parte della vita delle persone normali che come me e molti di voi non vivono di e per la politica ma non vogliono però nemmeno solo subirla”. Perri sì, ma Nolli no, dunque, il veto imposto da categorie economiche vicine al Pdl.
Altra ipotesi in ballo, caldeggiata dagli esponenti di Comunione e Liberazione, quella di chiedere una discesa in campo a Massimiliano Salini, attuale presidente della Provincia di Cremona. Questa opzione, probabilmente, porterebbe ad un nuovo accordo tra Pdl e Lega, contraria al Perri bis. Rumors estivi che raccontano di un Pdl in movimento per rispondere alla eventuale candidatura dell’avversario più accreditato, Gianluca Galimberti, con cui il Pd starebbe per riprendere i contatti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti