3 Commenti

Via Dante, a settembre lavori per incroci Ma non ci sono i soldi per l'asfalto

via-dante

Cominceranno a settembre i lavori in via Dante. Lavori per i quali il Comune ha trovato solo 100mila euro e che sono altra cosa rispetto alla riqualificazione complessiva della via dopo l’istituzione dei sensi unici in via Dante e viale Trento Trieste da parte della Giunta Corada. Ora, invece, soltanto l’intervento che prevede la revisione di tre aree di incrocio: tra le vie Dante-Vecchio Passeggio, Dante-Belfiore, Dante-Porta del Tempio. Impianti semaforici, svolte diverse per viale Trento Trieste e segnaletica orizzontale e verticale per ‘ridurre i punti critici agli incroci ed evitare pericolose manovre per uscire dall’area parcheggio posta nella corsia di servizio a sud per immettersi nelle corsie di marcia a nord. Si tratta di opere che garantiranno maggiore sicurezza per gli utenti’, ha spiegato l’assessore Zanibelli. Nulla per l’asfalto, però, sempre più deteriorato. ‘Non è compreso nell’intervento – ha detto Zanibelli – Dal bilancio sono state date poche risorse al comparto manutenzioni e stiamo facendo il possibile con quello che abbiamo’. Solo interventi in via S. Savino e via S. Francesco e qualche rattoppo qua e là per la città. Non in via Dante dove auto e bici viaggeranno in condizioni di maggiore sicurezza (questo almeno l’intento dell’opera), ma continueranno a saltare e a zigzagare tra buche e rattoppi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Damiano

    Da settembre? Ovviamente quando ricomincia il traffico intenso. Già il senso unico è un problema, poi i lavori, che non comprendono anche il rinnovo dell’asfalto che è pieno di buche!

    • GiuliaRita

      Si infatti! La solita genialata! Al posto che farlo in questo periodo… Che non c’è quasi anima viva, bisogna farlo quando tutti tornano dalle vacanze!
      Io capisco che magari anche alcune imprese vanno in ferie, ma con la fame di lavoro che c’è penso anche che ci sia qualcuno disponibile a fare i lavori in questo momento!!!
      Tra l’altro.. “Non ci sono i soldi”! Eh certo! Fin che vengono spesi per cose inutili (robe tipo la famosisssima pensilina!)..
      E i lavori, chi li farà!? La Beltrami SPA!?!!? (:

  • Sandro Gugliermetto

    Quattro anni di nulla, ora l’ennesima promessa di una “aggiustatina” economica. L’ultimo articolo sull’argomento parlava di alberi, il penultimo di piste ciclabili: tutto fermo. Da quattro anni, per immettersi sul viale dal controviale all’altezza di via Stauffer bisogna passare col semaforo rosso (tanto per dirne una). Nemmeno un cartello per mandare le biciclette sul controviale. Nulla di nulla di nulla. Vergognosamente nulla.