Cronaca
Commenta18

Elezioni comunali, sindaco 'a 5 stelle'? 'Trentenni sono pronti a candidarsi' 'Grillini' verso le primarie

Nelle foto, Grillo a Cremona e Tegagni

Centrodestra e centrosinistra sono alla ricerca dei propri candidati al ruolo di sindaco. Le elezioni non sono lontane. Diversi sono ancora i nodi da scogliere. C’è ad esempio il caso Lega. Il Carroccio è stato chiaro: se ci sarà Perri nessuna alleanza con il Pdl, corsa solitaria. Oppure c’è la questione Pd: Galimberti sembra pronto a correre alle primarie, ma quali saranno gli altri nomi? Non ci sono però solo partiti e liste civiche tradizionali al lavoro in vista del 2014. Una sorpresa potrebbe arrivare dal Movimento 5 Stelle. Ha raggiunto buoni risultati alle ultime elezioni regionali e politiche. Forse, però, dovrà fare i conti con le questioni nazionali, con le polemiche che seguono gli interventi di Beppe Grillo e con le (presunte?) spaccature tra i ‘grillini’ eletti in Parlamento. Vicende che potrebbero influire a livello locale. I pentastellati stanno definendo il loro programma nel dettaglio. Poi sarà la volta di scegliere il candidato sindaco: qualcuno ha già intenzione di partecipare a queste primarie.

“Faremo le primarie, sicuramente. La data è da decidere. Stiamo definendo il programma, abbiamo contatti con comitati, associazioni, cittadini”, dichiara Alessandro Tegagni, esponente del Movimento 5 Stelle di Cremona. “Stiamo prendendo le nostre contromisure rispetto agli altri partiti. Ovviamente – prosegue – non faremo alleanze. Nel nostro programma elettorale ci sarà sicuramente il risparmio che arriverà da una riduzione di stipendi-premi dei dirigenti. Poi vogliamo rendere più vivibile la nostra città, con più verde, più piste ciclabili. Parcheggi? Il nostro obiettivo è ‘delocalizzare’ nell’area periferica e sfruttare i bus, anche piccoli ed elettrici, per i collegamenti con il centro. Pedonalizzazione? Siamo sostanzialmente a favore della chiusura del centro. Il Comune deve però aiutare di più i commercianti, su diversi fronti: meno tasse, più manifestazioni, e iniziative per favorire una riduzione degli affitti. Corso Garibaldi? Bisogna trovare soluzioni tutti insieme. Proprie in queste ore abbiamo in programma un incontro con i negozianti dell’area. Bisogna parlare di più con i cittadini”.

Chiudono le imprese, trovare un lavoro è sempre più difficile. “Serve un rilancio del territorio – va avanti Tegagni -. Il Comune, da solo, può fare poco. Può però cercare di tutelare maggiormente chi il lavoro non ce l’ha, lavorando in sinergia per aiutare queste persone e, magari, per favorire un possibile reinserimento lavorativo. Bisogna sfruttare di più i bandi europei per lo sviluppo territoriale. Il Comune deve cercare di guardare più lontano, puntando sull’estero per favorire turismo e attività commerciale. Altro punto importante sono le partecipate. Cercheremo di capire nel dettaglio il loro funzionamento, per cercare di risparmiare e per farle funzionare al meglio. Le partecipate sono sempre un lato misterioso delle amministrazioni comunali. Dovrebbero tornare ad essere gestite in modo ‘più pubblico’”.

Come sarà la campagna elettorale? “Noi – afferma Tegagni – siamo sempre attivi. Sabato promuoveremo le bellezze di Cremona con una biciclettata. Il 14 settembre faremo una conferenza sul tema ‘rifiuti-zero’. E poi incoraggeremo l’uso di un software, Q-Camber, che cerca di sensibilizzare il cittadino all’attenzione verso l’ambiente. In programma banchetti su problemi di diverso genere. Ora, come detto, stiamo sviluppando il programma. Noi puntiamo direttamente a prendere il sindaco. Paura di un calo? No, qui i cittadini hanno capito che noi stiamo facendo attività molto legata al territorio, qui non abbiamo i problemi di comunicazione che potrebbero avere a Roma, a livello nazionale”.

Qualcuno è già pronto a candidarsi alle nostre primarie? “Sì. Donne? Forse. Ci sono dei giovani, trentenni, interessati. L’idea principale è far votare gli iscritti, online. Ma nel caso di elezioni comunali potrebbe essere utile anche fare dei banchetti per favorire la partecipazione degli iscritti alle votazioni. Vedremo come fare”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti