Commenta

Cremo, vittoria nella prima gara allo stadio Zini

evid cremonese

Sopra, il primo gol della Cremonese (foto Francesco Sessa)

Finisce con l’urlo di liberazione dei quasi 4.000 spettatori, la prima allo Zini della Cremonese targata Torrente. Una vittoria per 3-1 contro una propositiva Feralpi Salò maturata soltanto nel finale di gara grazie ad una grande determinazione messa in campo dalla truppa grigiorossa.

La compagine bresciana guidata in panchina dall’ex tecnico della Cremo Beppe Scienza scende in campo senza timori a discapito della giovanissima età (circa 22 anni di media) e nei primi minuti prova con qualche fraseggio ad affacciarsi nella trequarti grigiorossa. La Cremonese non trova spazi e al 12’ prova quindi a colpire dalla distanza con Loviso, ma Branduani si distende e blocca il tiro. Al 23’ la gara si sblocca: Loviso calcia una punizione insidiosa dall’altezza della bandierina sorprendendo Branduani che riesce solo a respingere sui piedi di Carlini. Per l’attaccante grigiorosso non ci sono problemi ad insaccare da due passi.

Forte del vantaggio la Cremonese gioca più sciolta e dopo un rapido scambio tra Abbruscato e Casoli, Palermo ha sui piedi la palla del raddoppio, ma il suo tiro a botta sicura viene respinto da Branduani. In chiusura di tempo ci prova anche Abbruscato dai venticinque metri senza però inquadrare lo specchio.

Ad inizio ripresa Palermo sfiora il  gol con una bellissima conclusione dal limite, ma al 50’ a sorpresa arriva il pareggio a firma di Miracoli, che sfrutta una dormita di Bergamelli per battere Bremec con un tocco di punta.

La Cremonese non ci sta ed inizia ad attaccare a testa bassa collezionando occasioni da gol a ripetizione. Dapprima Bergamelli, quindi Moi nel giro di un minuto vanno vicinissimi al vantaggio. Al 67’ è invece Carlini di testa su crossi di Visconti a non centrare lo specchio. Torrente inserisce Caridi e Brighenti votandosi all’attacco e le sue scelte vengono premiate: al 77’ Caridi costringe al miracolo Branduani con un destro volante; 1’ più tardi lo stesso Caridi firma il raddoppio con un’incornata da bomber puro sul traversone di Carlini. Nel recupero un po’ di apprensione quando Loviso sciupa il più facile dei gol, ma al 94’ ci pensa Abbruscato a depositare nella porta lasciata libera da Branduani (che era andato in area sull’ultimo corner della Feralpi) il gol del definitivo 3-1. E allo Zini può esplodere la prima festa stagionale.

Matteo Zanibelli

TABELLINO

CREMONESE: Bremec, Abbate, Visconti, Loviso, Moi, Bergamelli, Casoli (54’ Caridi), Martina Rini (72’ Brighenti), Abbruscato, Palermo, Carlini (80’ Caracciolo). All.: Torrente.
FERALPISALO’: Branduani, Tantardini, Dell’Orco, Cittadino (79’ Veratti), Leonarduzzi, Magli, Bracaletti, Fabris, Milani (85’ Pinardi), Marsura (70’ Ceccarelli). All.: Scienza.
ARBITRO: D’Angelo di Ascoli Piceno (assistenti: Colatriano, Orlando).
RETI: 23’ Carlini, 51’ Miracoli, 78’ Caridi, 94’ Abbruscato.
NOTE – Ammoniti: Tantardini e Cittadino (F), Loviso e Palermo (C), Angoli: 12 – 5. Recupero: 1’ pt – 4’ st. Spettatori 3.844 (di cui 2.251 abbonati).

GALLERIA IMMAGINI (FOTO FRANCESCO SESSA)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti