9 Commenti

Da Porta Milano a Porta Venezia, ecco la pista ciclabile 'tracciata'

ciclabile

Ecco la pista ciclabile ‘tracciata’ di viale Trento Trieste. E’ stata realizzata lungo il lato sud, in carreggiata tra la corsia di marcia e l’area di sosta e concorde al senso unico di circolazione veicolare. La pista costituisce un prolungamento di quella già esistente lungo il viale tra l’incrocio con corso Garibaldi e quello con via Palestro, fino ad arrivare a piazza della Libertà. Lo scopo dell’amministrazione è quello di dare una maggior percezione dei ciclisti. L’ok della Giunta era arrivato il 18 luglio. “Un piccolo ma significativo intervento – aveva annunciato l’assessore alle Politiche Ambientali e Polizia Municipale Francesco Bordi – che rientra nel pacchetto di misure pensate per mettere in sicurezza la viabilità dei sensi unici contrapposti di viale Trento e Trieste e via Dante. Sono certo che sia i ciclisti che gli automobilisti sapranno apprezzare questo miglioramento della viabilità, che segnala in modo chiaro gli spazi destinati ad ognuno, portato avanti nell’ottica del miglioramento della sicurezza stradale. La polizia Locale ha dichiarato questo dispositivo compatibile con il Codice della strada, pertanto siamo sereni rispetto questa misura che va incontro alle esigenze della mobilità dolce, di chi ama muoversi in città in bicicletta, ma che, giustamente, reclama spazi protetti, in cui poter viaggiare in sicurezza, in particolar modo con i bambini, tenuto conto che sul viale c’è anche l’uscita di una scuola media. La realizzazione della nuova corsia ciclabile è sicuramente un ulteriore incentivo a recarsi a scuola in autonomia con la propria bicicletta”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Morenji

    Quando ho provato a percorrerla, ci ho trovato subito la solita auto parcheggiata con le “4 frecce”…

  • paolo carletti

    beh è simpatico notare dalla foto la macchina dei vigili che occupa metà pista ciclabile…

    • nico

      Troppa fretta di voler fare un commento; l’auto in questione è all’interno delle strisce blu.

  • alessio

    Definire “pista ciclabile” la tracciatura di una riga su una strada come viale trento e trieste mi sembra un insulto all’intelligenza umana. Sostenere che tal opera possa rendere più sicuri i ciclisti…si commenta da sè. Dov’è finito il progetto della VERA pista ciclabile?

  • ric

    che insulto ai ciclisti e alla sicurezza

  • Davide

    Scandaloso vedere la “ciclabile”, se così possiamo definirla, occupata totalmente da vetture in sosta nella zona di intersezione con via Palestro, soprattutto all’ora di uscita delle scuole, ed i 2 vigili urbani presenti a 10 metri di distanza, che nemmeno si sognano di farle spostare.
    La percorro + volte al giorno, è e rimane sempre pericolosa!

  • Erisso

    Che l’assessore parli di “mettere in sicurezza” e di “miglioramento della sicurezza stradale” è francamente offensivo per l’intelligenza di chi legge l’articolo, ma soprattutto di chi dovrà percorrere in bici quella ciclabile “sicura”.

  • ezio corradi

    Siamo sicuri che…è sicura?
    A quale uffico pubblcio ci dobbiamo rivolgere per avere questa documentata e certificata certezza?
    A chi si devono rivolgere gli automobilisti che escono in retromarcia dal parcheggio in caso di “investimento sicuro” del ciclista ?
    A quando l’obbligo di parcheggiare in romarcia per avere poi la visuale libera in uscita dal parcheggio?

  • Michela

    A me fa molta paura percorrerla in quanto le macchine sul viale T.Trieste vanno molto forte.
    Ma la mia domanda è: in direzione opposta ossia da Porta Venezia a Porta Milano cosa si deve percorrere? io faccio il centro per non rischiare di essere investita ma si allunga il tragitto!!