Commenta

In vendita l'area del "treno della neve" di via Milano: spazio per negozi e uffici

casetta

Invito a presentare offerte per l’area di 8.139 mq di proprietà delle ferrovie, nei pressi del passaggio a livello di via Ghinaglia / via Milano. E’ l’area dove si trova la palazzina un tempo adibita a stazione sulla linea ferrovia soppressa Soresina-Soncino. A metterla sul mercato è la Fnm, la holding lombarda del trasporto ferroviario di cui fa parte anche Trenord. L’immobile ormai abbandonato da tempo è uno degli ambiti di trasformazione approvati nell’ultimo Pgt e prevede la possibilità di insediarvi per il 40% attività produttive, per il 25% terziario e per il 35% attività commerciali. Prezzo di partenza per l’intero lotto, è 882mila euro, termine di presentazione offerte il 10 dicembre. La palazzina rappresenta  un pezzo di storia remota dei trasporti cremonesi: era infatti il capolinea della tratta che collegava Cremona a Soncino e da qui, le località bresciane sul lago di Iseo. Tra alterne vicende e fortune, la linea, a scartamento ridotto, venne utilizzata dagli anni Venti fino al 1966, quando venne soppresso il servizio passeggeri, poi riattivato negli Anni 70 a seguito dell’austerity,  quindi nuovamente sospeso nel 1975. Nel 1989 il servizio venne riattivato con il cosiddetto “treno della neve” che portava i cremonesi sulle piste sciistiche del bresciano, ma si trattò di una breve esperienza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti