16 Commenti

Tanti ostacoli alla ricandidatura di Perri E anche gli "amici" guardano già oltre

zagni-perri-evid

Oreste Perri continua a sfogliare la margherita: candidato sì, candidato no. Aveva promesso di sciogliere il dubbio entro Natale ma la festa si avvicina e Perri sembra ancora molto indeciso: ragioni personali, politiche e di calcolo. L’incertezza di Perri è palpabile nelle stanze del Palazzo. Alcuni suoi stretti collaboratori cominciano a ragionare sul dopo-Oreste. Dubbi forti sulle possibilità di vincere anche in seno alla sua squadra tanto è vero che alcuni si sono già smarcati con incontri e movimenti. Chi vuole forzare la mano al sindaco senza dubbio il Nuovo Centrodestra alfaniano che ieri, presentando il gruppo in consiglio comunale ha fatto sapere di essere pronti a mettere in campo la lista per Perri sindaco. Ma per uno che si schiera c’è n’è un altro che prende le distanze, e che distanze: è la Lega senza la quale – come ben ha ricordato anche ieri il portavoce di Fratelli d’Italia-An – il centrodestra non può vincere. La Lega prosegue la sua marcia alle prossime amministrative con un candidato sindaco, il commercialista Alessandro Zagni, che sta incontrando notevoli favori trasversali al partito e che ieri era a spiegare ai passanti sul corso il perché della corsa solitaria e il senso del gazebo “no euro”. Ma a minare la corsa di Perri, oltre alla Lega, ci saranno almeno un paio di liste civiche a sostegno di Zagni: una che si richiama al sindaco di Verona Tosi e l’altra di “Cremona libera” promossa dal popolarissimo Agostino Melega e dagli scontenti dell’operato di Perri per il quale quattro anni fa si erano battuti con vigore e tenacia, con volantinaggi e tavolini volanti, garantendogli quel 7% che gli ha permesso poi di vincere. Melega e i suoi ex perriani (“traditi” dal loro candidato – affermano – una volta indossata la fascia tricolore) terranno nei prossimi giorni un incontro svelando programmi, contenuti e uomini della lista. Anche Fratelli d’Italia-An non è per nulla d’accordo sulla ricandidatura di Oreste Perri tanto è vero che sta ipotizzando una corsa in solitaria.

Conti alla mano, Perri difficilmente potrebbe azzeccare il bis senza Lega, liste civiche e Fratelli d’Italia.

A sinistra si attende prima di Natale la discesa in campo del professor Gianluca Galimberti: a sostenerlo il centrosinistra, un paio di liste civiche. A febbraio si terranno le primarie ma non si esclude la candidatura unica. E poi il Movimento 5 stelle che sta approntando le primarie a sindaco online (per ora la sfida è Alex Conti-Tegagni).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Abbondio

    Se Melega è un’ostacolo siamo alle comiche!!

  • Quaqquaraqquà

    Ancora….l’altra volta il centrodestra ha vinto grazie al traino nazionale con pdl e lega ai massimi storici. Cr è una città di sinistra, e in tutte le elezioni dal 2010 in poi lo si è visto nettamente. Aggiungiamo un centro destra frammentato, un Galimberti candidato unico, le primarie dei 5 stelle con candidati assurdi e chissà che il Galimberti non vinca già al primo turno…

  • Claudia Cremonesi

    Oreste Perri è senza dubbio un guerriero abituato a non mollare mai e lo ha dimostrato nella sua splendida carriera di sportivo. Ma come tutti i grandi campioni ha ragionato con le sue sole forze non sapendo che in politica la meritocrazia non è un vantaggio indispensabile per arrivare primi al traguardo, anzi serve all’interesse di molti altri. Cremona lo ha eletto per la fiducia nei confronti di un uomo onesto che poteva battere i giochi di potere della politica, con i suoi interessi privati, ma non ha guardato alla sua inesperienza amministrativa che lo ha penalizzato in molte situazioni. Guardando al passato non ricordo che Cremona abbia avuto sindaci di prestigio tali da essere ricordati nella storia di questa città, soprattutto in epoca di vacche grasse, e nessuno di questi vantava un curriculum di gloria personale come Oreste, e purtroppo il futuro che si sta delineando mi sembra ancora più buio di prima. La fiducia non è stata tradita ma la squadra di cui ha parlato Oreste andava cambiata ai primi segnali di inefficacia ma in quel momento gli è mancato il coraggio di farlo, facendosi travolgere dagli eventi, poi ha trovato un ancora di salvezza nel Cavaliere ma la città non ha applaudito la sua scelta. Ma in tutto questo percorso, giusto o sbagliato che sia, nessuna ha mai avuto elementi per colpire l’uomo Perri, non il politico e scusate se è poco di questi tempi. Per questo credo che Oreste sia ancora l’uomo da battere ma se vuole che i cittadini lo sostengano deve lottare per vincere contro tutti come faceva in acqua, scegliendo una squadra vera, credibile, competente e pulita come lui. Se farai così, caro amico Oreste, sarai ancora tu il campione indiscusso, e gli altri avranno solo il fittone. Altrimenti… Auguro a te e alla tua famiglia un Sereno Natale. Claudia Cremonesi

    • Jack

      Ha avuto al suo fianco un politico del calibro del dottor. MONTINI che non è proprio l’ultimo arrivato.

      • Claudia Cremonesi

        Il calibro evoca l’uso delle armi ….e quindi non mi piace…, preferisco parlare di uomini o di donne capaci di risolvere problemi pratici, della vita reale, dei bisogni della gente più che di politici che poco sanno di cosa succede per le strade o nelle famiglie. La squadra di un Sindaco dovrebbe essere lo specchio della gente prima ancora che un partito che oggi non vale più nulla. Quella politica è finita e se Perri la ritrascrive, allora ce la può fare con o senza Montini.

        • Jack

          Il calibro è uno strumento di precisione!

          • Claudia Cremonesi

            Ma in politica non serve a nulla specialmente quando non si ha nemmeno il coraggio di combattere ad armi pare, stando nascosto nell’anonimato…come lei. Perri non ha bisogno di gente così ma esattamente il contrario per risorgere. Cordialità Signor X Jack, spero almeno non squartatore!ah,ah,ah

          • King Arthur

            Perri Le ha proposto un posto in prima fila nel palazzo comunale? Comunque niente paura il movimento 5 stelle vi manda a lavorare….barboni!

  • Perri deve valutare da solo se vale la pena cercare e centrare il bis, tuttavia a deve aprire alla società civile e deve avere una squadra che possa fargli fare un buon lavoro per la città. Oggi rispetto alla prima volta le cose sono diverse ,ma anche l’esperienza degli errori passati può essere una carta vincente,con gli uomini e le donne giuste si può fare !

    • Quaqquaraqquà

      Forse non ricordate che lo squadrone ce l’aveva nel 2009 quando vinse con una campagna elettorale perfetta! Poi di quello squadrone che gli scrisse il programma e lo condusse alla vittoria fu proprio lui a non tenerne conto, facendo una giunta di NON eletti e NON esperti, e non li ha più cambiati neanche a metà mandato, quando di solito si effettuano gli aggiustamenti in corsa…ed ora viene a dire che ha bisogno di una squadra forte?

      • Birba

        Rimpiango quel bel buco in mezzo a Piazza Marconi con il palazzo dell’arte semi-diroccato ma con il tesoro di Nerone in bella vista ,rimpiango via giordano piena di di buche che ricordava tanto il campo di motocross a po per la felicità degli ammortizzatori della mia auto,rimpiango via bosco a senso unico senza quella pista ciclabile che ha deturpato l’argine rimpiango i bei campi verdi al lato di via Mantova invece di “quell’ inutile centro sportivo che toglie ragazzi dalla strada per fargli rincorrere uno stupido pallone .Visto che l’apparato catto-comunista è rimasto quasi intatto spero vivamente in un ritorno ai bei vecchi tempi che hanno fatto Cremona città del violino e dello sport. PERRI FOREVER. Alla faccia di coloro che dopo tante belle parole hanno fatto il salto della quaglia

        • Una che legge

          ringrazia Arvedi… che se non chiudeva il buco e non risistemava il palazzetto lui non avrebbe mai avuto i permessi per la seconda linea di produzione… svegliati… e augurati che non ti venga un bel tumore ai polmoni…

  • Claudia Cremonesi

    Mi permetto di sottolineare che senza la materia prima anche uno squadrone di maghi avrebbe fatto ben poco…è come dire che le vittorie di Oreste sono solo il frutto dei suoi trainer…
    Capisco la sua sete di vendetta ma deve essere oggettivo/a ed ammettere la verità, Perri ha il consenso della gente che nessun altro sindaco ha mai avuto in passato, e nonostante gli errori i cittadini si fidano ancora di lui. In quanto agli esperti non mi risulta ce ne fossero di così indispensabili, la squadra non deve essere forte ma COMPETENTE e soprattutto con un BACKGROUND PROFESSIONALE REALE cosa che a Cremona non succede mai. Signor/a Quaqquaraqquà…….con questo nome parlare di esperienza non è credibile….. le pare? Ma fa davvero così paura esprimere un parere dichiarando la propria identità’? Beh, certo non si può colpire alle spalle..che è una brutta cosa, se lo lasci dire con franchezza..

    • jack

      Una marea di parole per non dire assolutamente niente….anzi no, ha detto sfondo professionale reale!!

    • Claudia Cremonesi

      Come sempre chi non ha nulla da dire alza i toni…e questa sarebbe l’alternativa che vota contro Perri?
      Signor Jack-.King Arthur…(5 stelle per lei è una categoria troppo di lusso) a differenza sua, ho sempre firmato con nome e cognome anche le mie critiche alla giunta Perri, ma qui si parlava del Sindaco e soprattutto della persona che è cosa diversa dal politico, e quindi andava difeso. L’ultima volta che ho messo i piedi al Palazzo Comunale erano gli anni 90….e con Perri non ho contatti da anni, lo può verificare. Per quanto riguarda la politica, non fa per me, specialmente la poltrona, se invece vuol parlare di lavoro mi dica cosa fa o cosa ha fatto lei nella sua vita e poi confrontiamo le nostre carriere. Il resto di ciò che dice è ininfluente, non mi offende affatto visto la sua debole dialettica anzi dimostra che il perdente è sempre colui che ricorre agli insulti. Perri questo non lo fa, perché è un signore, quindi vincente. Buon Natale anche a lei gentiluomo/donna.

  • Una che legge

    ma voi vedete una cremona migliore??? boh mi sembrate tutti ubriachi…

    cremona è il foruncolo del culo della Lombardia….
    e nessuno, ripeto, nessuno fa gli interessi della citta ma solo i propri…

    perri con piva… il burattino e il burattinaio
    arvedi con perri… con un regalo grande quanto un museo del violino (oggi allo sbando più totale per mala amministrazione dovuto a competenze inclassificabili sia di marketing che di strategia) in cambio del raddoppio della produzione e i soldi nelle sue tasche…. ai cremonesi cosa rimane? polmoni riempiti di tumori… e voi mi parlate ancora di Perri???
    ma che vada a farsi una vogata che lè mei per toti….