Commenta

A Pasqua apre in Brasile la comunità voluta da monsignor Scampa

Entro la fine di gennaio sarà terminata, in Brasile, la casa di recupero per tossicodipendenti voluta dal vescovo cremonese monsignor Carmelo Scampa e finanziata dalla generosità dei cremonesi e della Diocesi. La struttura, che sorge a una ventina di chilometri dalla sede episcopale di São Luis de Montes Belos, di cui Scampa è vescovo, sarà in funzione entro Pasqua. E’ stato lo stesso monsignor Scampa a dare il lieto annuncio, al termine dell’Eucaristia presieduta nella Cattedrale di Cremona nel pomeriggio di domenica 5 gennaio nell’undicesimo anniversario della sua ordinazione episcopale. Egli ha ringraziato i tanti cremonesi che hanno sostenuto l’impresa, a cominciare dal vescovo Dante Lafranconi, che ha voluto indirizzare al progetto brasiliano i proventi dell’Avvento di Fraternità 2011 (27mila euro) e che lo scorso 19 luglio ha avuto modo di visitare il cantiere della casa di recupero in occasione del soggiorno in terra carioca per la Giornata Mondiale della Gioventù

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti