Commenta

Dopo tre vittorie Vanoli alla prova nel match con Bologna

pancottook

La Vanoli Cremona  ha una  fisionomia; ha trovato la sua identità. Il merito è del coach Cesare Pancotto che con un lavoro  preciso, intenso e  mirato ha responsabilizzato nel modo giusto i  giocatori soprattutto chi non aveva ancora espresso le sue doti. E’ il caso di Kelly, giovane talentuoso ma spesso “stralunato” e soprattutto del play Woodside che sta deliziando la platea con giocate d’alta classe. Finalmente ha sprigionato  il suo elevato potenziale tecnico.  Le tre vittorie consecutive sono il frutto di un mix con ingredienti perfettamente amalgamati.
Domenica scorsa al Palaradi  contro la corazzata Siena è stata la classica “ciliegina sulla torta”: un successo importante ed ancor più bello in quanto insperato. La   situazione che si era creata nell’immediata vigilia con Rich seduto  in panchina per onor di firma causa  una contrattura muscolare, ha creato nel gruppo la forza di reazione ed i risultati si sono visti. Rich è  un  elemento fondamentale per il gioco dei biancoblu: purtroppo in settimana non si è allenato con continuità, ha accusato problemi anche ad una caviglia e non sappiamo se potrà dare il suo apporto nel delicato match di Bologna.
Le “V nere” dopo un ottima partenza nel girone d’andata, hanno avuto una flessione nel rendimento non riuscendo ad entrare nelle final eight di Coppa Italia. Ora hanno un distacco di quattro punti proprio sui biancoblu. Il roster a disposizione di coach Bechi è di buon livello grazie alla presenza di  giocatori di categoria quali Walsh, Hardy ed i giovani Gaddefors, Imbrò e Fotecchio. Non sarà del match il lungo Jordan infortunato per il quale la società sta pensando ad una sostituzione a “gettone”. La Vanoli Cremona, sperando nel rientro di Rich, dovrà disputare una prestazione determinata e continua se vuole arrivare al quarto successo consecutivo che rappresenta il record da quando milita nella massima serie nazionale.
“Partiamo dal nostro calendario che è sicuramente in salita, ma noi vogliamo e dobbiamo dare seguito alle ultime nostre prestazioni” ha dichiarato coach Pancotto. “Tutto quello che abbiamo ottenuto, lo abbiamo ottenuto esprimendo più fame e più qualità dei nostri avversari. Ed è in questo modo che vogliamo continuare, esprimendo personalità e puntando forte sulla difesa. Dobbiamo progredire ancora e dare continuità al lavoro che facciamo in palestra con un’altra grande partita. Questo deve essere lo spirito con il quale dobbiamo andare a giocare a Bologna, contro una squadra di grande tradizione e in un palazzetto che è come un museo del basket. Affrontiamo una squadra atletica e con giocatori di grande personalità, penso in primo luogo ad Hardy e Walsh ma anche ad altri. Sono capaci di break importanti e lottano sempre fino alla fine. Hanno capacità balistiche e ottime percentuali realizzative per cui ci aspetta una partita a tutto tondo, una partita dove dobbiamo andare già pronti e determinati. Il nostro obiettivo è infatti quello di partire con grande determinazione e finire con ancor più grande determinazione”.

Marco Ravara
redazione@cremonaoggi.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti