Commenta

Apprezzamenti a minore e violenza, romeno patteggia: 'Ho bevuto e sbagliato'

evid-carabinieri-o

Nella foto, l’arrivo del romeno in tribunale

AGGIORNAMENTO – Ha patteggiato il romeno finito in arresto dopo aver espresso apprezzamenti a una minorenne, aver dato fastidio ai presenti all’interno di una pizzeria e aver dato in escandescenze con violenza davanti a un cittadino e all’arrivo dei carabinieri. L’uomo è stato bloccato in città nella serata di domenica dal Nucleo operativo radiomobile del maresciallo Eugenio Ferro. Dopo gli apprezzamenti alla ragazzina e un colpo (una testata) ai danni di un cittadino intervenuto a difesa della giovanissima (ore 19,30), il romeno si è allontanato dalla pizzeria “Fuori di pizza” di via Buoso da Dovara (teatro della vicenda) ma è stato rintracciato dai militari non molto lontano. L’uomo si è però mostrato violento anche all’arrivo dei carabinieri ed è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate continuate (dopo minacce e offese, fanno sapere dal comando, anche una testata ai militari). Nel pomeriggio di lunedì si è svolta la direttisima in tribunale (pm onorario Paolo Tacchinardi, giudice Piepraolo Beluzzi). Il romeno, un operaio con precedenti per resistenza, difeso dall’avvocato (d’ufficio) Paolo Zilioli ha patteggiato sei mesi (con obbligo di dimora e possibilità di andare a lavorare) e ha ammesso di “aver bevuto troppo e di aver sbagliato”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti