Commenta

Importuna una signora e morde un carabiniere, 9 mesi a vu' cumprà

borse

Sopra, gli oggetti sequestrati

I carabinieri della stazione di Vescovato, di passaggio nella zona del centro di Cremona, hanno tratto in arresto nella giornata di ieri un cittadino senegalese (D.G., classe 1957) che in città è conosciuto per essere dedito alla vendita di prodotti contraffatti (borse, cinture e portafogli) di famosi marchi della moda. L’uomo nel pomeriggio di ieri ha importunato una signora che, stufa delle pressioni ricevute per acquistare una borsa, ha poi fermato la pattuglia della stazione di Vescovato in quel momento in transito nell’area della galleria XXV Aprile. Il senegalese alla vista dei militari si è disfatto delle borse e si è dileguato per via Verdi, urtando un passante e cadendo rovinosamente a terra. I due militari della pattuglia di Vescovato hanno raggiunto il senegalese e faticato non poco per immobilizzare l’uomo che intanto – sottolineano dal comando – cercava di colpire gli operanti con una chiave. Nella fase culminante del suo fermo l’ambulante ha morso alla mano il maresciallo Andrea Grammatico, che ha riportato lesioni giudicate guaribili in cinque giorni. Al termine degli accertamenti il senegalese è stato quindi tratto in arresto per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e possesso di oggetti contraffatti (rinvenuti altri trenta oggetti di questo genere anche in casa sua). Nella mattinata odierna, fanno sapere dal comando, l’uomo è stato condannato con rito direttissimo a 9 mesi di reclusione con pena sospesa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti