Commenta

Contro l'inquinamento i sindaci si incontrano il 12 novembre

inquinamento

Prosegue l’azione della Giunta volta ad individuare misure per contrastare l’inquinamento atmosferico. In questo ambito, nell’ottica delle politiche di area vasta già intraprese, si colloca il confronto sul protocollo d’intesa, stipulato nel 2012, tra il Comune di Cremona e i Comuni di Gerre de’ Caprioli, Bonemerse, Malagnino, Gadesco, Persico Dosimo, Castelverde, Sesto ed Uniti, Spinadesco e Castelvetro Piacentino in programma mercoledì 12 novembre, alle ore 18, a Palazzo Comunale.

L’obiettivo dell’incontro, promosso dall’assessore al Territorio e alla Salute Alessia Manfredini con la collaborazione dell’assessore all’Area vasta Andrea Virgilio, e al quale sono stati invitati tutti i sindaci dei Comuni che hanno sottoscritto il protocollo d’intesa, è quello di aggiornare il documento alla luce degli indirizzi contenuti nelle linee programmatiche di governo dell’attuale Amministrazione.

Un momento di riflessione e di confronto al quale la Giunta tiene in modo particolare. In questo frangente, che vede la modifica degli assetti organizzativi delle province, destinate a diventare area vasta, è fondamentale che un tema come quello dell’inquinamento atmosferico venga affrontato attraverso una condivisione di tutti i territori interessati, iniziando da quanto in parte è già stato fatto ma, allo stesso tempo, cercando di individuare nuove strategie.

Nel frattempo, in merito alle misure di incentivazione e limitazione per migliorare la qualità dell’aria, poiché sul sito del Comune c’è uno storico dei dati, nei prossimi giorni verrà realizzato un collegamento ai dati di ARPA pubblicati giornalmente. Anche quest’anno il Servizio Ecologia ha inoltre attivato la newsletter, che informa del superamento dei limiti per gli inquinanti dell’aria, fornisce indicazioni sui provvedimenti adottati, oltre a notizie di carattere generale ed utili sulle buone pratiche per la prevenzione dell’inquinamento, la salvaguardia dell’ambiente e la tutela della salute pubblica.

Sarà incentivata l’attività di controllo da parte della Polizia Locale per far rispettare i blocchi, nonché l’attività di controllo dei camini. Per quanto riguarda la campagna di controllo delle caldaie, si procederà aumentando il numero di controlli attivati negli anni precedenti, oltre che ad incentivare la campagna di comunicazione sulle prescrizioni previste per i proprietari di impianti alimentati a biomassa (anche le stufe a pellet), per i quali sono previsti precisi obblighi per verificare l’efficienza degli impianti e la registrazione al catasto regionale (CURIT).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti