Commenta

Pomì, i playoff non potevano iniziare meglio di così…

pomi-evid

Foto: Sessa

POMI CASALMAGGIORE vs METALLEGHE SANITARS MONTICHIARI 3-0
[25-21; 25-23; 25-19]

POMI’ CASALMAGGIORE: Ortolani 13, Skorupa 1, Bianchini 2, Sirressi (L), Gennari 8, Gibbemeyer 9, Stevanovich 10, Tirozzi 18. Non entrate: Quiligotti, Agrifoglio, Klimovich. All.: Mazzanti.

METALLEGHE SANITARS MONTICHIARI: Carocci, Dalia 1, Brinker 9, Tomsia 13, Saccomani, Olivotto 6, Zampedri, Vindevoghel 5, Gioli 11, Serena. Non entrata: Alberti, Mingardi, Milani. All.: Barbieri.

ARBITRI: Turtù e Prati.

SPETTATORI: 2812.

PRIMO SET – Il primo punto del match e dei playoff rosa è di capitan Tirozzi. Due murate filate di Stevanovich e una schiacciata fuori misura delle bresciane scavano il solco: 4-0. Con Brinker in battuta e Tomsia a bombardare Montichiari torna ad un passo: 4-3. Un ace di Stevanovich riporta Casalmaggiore al massimo vantaggio: 9-5. Il 10-6 nasce da un’incomprensione ospite, ma è con Brinker che la Metalleghe resta in scia, anzi, arriva quasi a contatto: 11-10. Le rosa faticano a metà set e Montichiari ne approfitta trovando con Vindevoghel il varco del sorpasso: 13-14 e Mazzanti richiama le sue. L’ex Olivotto mette giù l’ace del +2 bresciano. Casalmaggiore torna a carburare e con Tirozzi rimette il naso avanti: 16-15. Sale in cattedra Stevanovich e il vantaggio torna a lievitare: muro più ace valgono il 19-16. Gibbemeyer replica a Gioli: 20-17. La Pomì prova a fuggire ma le bresciane non mollano: Brinker fa 22-21. Serve un muro di Tirozzi per ridare sicurezza. Ortolani su alzata di Gibbemeyer e Stevanovich a muro confezionano i punti che chiudono il primo set: 25-21.

SECONDO SET – Gennari manda su di giri il PalaRadi col punto del 2-2. Montichiari è sul pezzo e Olivotto tuona la doppietta del 2-4. Le rosa ingranano e con Stevanovich fanno 5-4. Con Tirozzi n battuta la Pomì allunga: 8-4 condito da un paio di ace del capitano di casa. Toccato il picco, Casalmaggiore tira il fiato e quando Olivotto trova l’incrocio delle righe dalla battuta il punteggio è ribaltato: 9-10. Si procede punto a punto, con la Metalleghe Sanitars che si affida a Gioli per l’11-12 al time out. Serve una magia di Skorupa per innescare Stevanovich e tenere le rosa a rimorchio: 13-14. Le casalesi continuano l’inseguimento ma non riescono a rimettersi in pari e Montichiari arriva al 21esimo punto con un tesoretto di tre lunghezze di gap. Mazzanti toglie Gennari e inserisce Bianchini che ha subito il mancino caldo: 19-21. La scossa produce l’effetto sperato. Torna in campo Gennari, Tirozzi gioca col muro ospite, le bresciane perdono la bussola e Casalmaggiore torna avanti: 23-22. Ripreso l’osso, le rosa non lo mollano più e il PalaPomì, pardon, il PalaRadi esulta per il 25-23.

TERZO SET – Avvio sfasato per le locali, con Mazzanti che chiede il time out già sullo 0-3. E’ Montichiari a condurre la prima parte del parziale: a Gennari risponde Tomsia, poi Gioli inchioda il 6-9 e Vindevoghel mette giù il muro del decimo punto bresciano. La sberla viene metabollizzata: l’11-11 è firmato da Gennari, Casalmaggiore è ancora sveglia. Gibbemeyer prima, Ortolani poi, con un prodigio di Sirressi nel mentre: 14-14. Montichiari ritenta l’allungo e sul 15-17 Mazzanti avvicenda ancora Gennari e Bianchini. Le rosa forzano e con la prepotenza sottorete di Gibbemeyer risalgono sino al 18-18. Un diagonale di Tirozzi vale il sorpasso. Con Bianchini in battuta la Pomì prende il largo: ace per il 21-18. Ortolani scherza il muro ospite: 22-19. Ci pensa il capitano a offrire il match point a Casalmaggiore, che non si lascia pregare. Il PalaRadi è una bolgia e l’ultimo punto di Ortolani è salutato da un boato: 25-19 e gara-1 dei quarti di finale termina 3-0 per le ragazze di Mazzanti.

AGGIORNAMENTO – Modena-Conegliano è terminata 3-1 per Modena.

Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti