Commenta

Diritto al cibo L'Expo dei Popoli arriva in piazza

Expo popoli-evid

Domenica 19 aprile, dalle 16 alle 19, in piazza del Comune, giornata di sensibilizzazione per promuovere il manifesto di Expo dei Popoli. L’iniziativa è organizzata dal cartello di associazioni cremonesi ‘Nutrire il pianeta è nutrire la pace’, in collaborazione con il Comune di Cremona. Le volontarie ed i volontari delle associazioni aderenti animeranno la piazza con testimonianze, letture, giochi e canti popolari. In questo modo, in prossimità dell’apertura di Expo 2015, le associazioni attive sul nostro territorio per i diritti, la pace e l’ambiente vogliono richiamare l’attenzione sulle strategie per il futuro che garantiscano rispetto dell’ambiente, giustizia sociale, convivenza tra i popoli e le culture.
Il programma prevede alle 16 animazione della piazza e collocazione di stoffe colorate per comporre i cinque continenti del pianeta, in contemporanea, e sino alle 19, ci saranno letture ed interventi sui temi della sovranità alimentare, della sostenibilità ambientale e della pace. Ci saranno quindi giochi e laboratori “i cibi del mondo” per i bambini. Alle 17 circa la sfilata di moda equosolidale e, per concludere, “giromondo”.
Lo svolgimento dell’Esposizione Universale 2015 “Nutrire il pianeta, Energia per la vita” offre un’opportunità per condividere idee e proposte su un tema così importante per il futuro dell’umanità. Dal 2011 oltre 40 organizzazioni italiane che operano in diversi settori stanno collaborando per alimentare un dibattito pubblico con un’altra idea di nutrire il pianeta, basata sui principi della sovranità alimentare e sulla giustizia ambientale.
Il processo avviato si chiama Expo dei Popoli e le varie organizzazioni che lo animano hanno sottoscritto un manifesto che contiene una visione condivisa dei problemi e proposte per soluzioni da mettere in campo per riconoscere e garantire il diritto ad un’alimentazione adeguata e un uso equo e sostenibile delle risorse naturali.
L’obiettivo finale dei promotori dell’Expo dei Popoli è quello di organizzare un forum internazionale in concomitanza con gli eventi di Expo 2015 che permetta di affiancare le voci dei popoli a quelle dei governi e delle imprese transnazionali e l’elaborazione di una “Carta dell’Expo dei Popoli Milano 2015”, per contribuire sia alla tanto auspicata eredità immateriale dell’Esposizione Universale che alla definizione in sede ONU della nuova Agenda per lo Sviluppo Post 2015.
Anche a Cremona da oltre due anni le associazioni ACLI Cremona, Associazione Latino-Americana Cremona, Amici del Dialogo, Amici di Emmaus, Amnesty International Gruppo 288 Cremona, ARCI Cremona, Articolo 32, Associazione Orto e Dintorni Cremona, Associazione Persona-Ambiente Casalmaggiore, Associazione Senegalesi di Cremona e provincia, AUSER, Caritas Diocesana, Cooporativa Nonsolonoi Cremona, Cremona nel Mondo, Filiera Corta Solidale, Forum Provinciale del terzo Settore, GIT Soci Cremona Banca Etica, Immigrati Cittadini, IPSIA Cremona, Istituto Oikos, Legambiente Cremona, Movimento Federalista Europeo, Pax Christi, Raddhodiaspora Italia, Rete Donne Se Non Ora Quando? Cremona, Rive Gauche Casalmaggiore, Salviamo il Paesaggio Casalmaggiore, Slow Food Cremonese, Tavola della Pace Cremona hanno costituito il cartello “Nutrire il Pianeta è Nutrire la Pace” promuovendo numerose iniziative ed eventi per coinvolgere la cittadinanza cremonese sui temi proposti dall’Expo dei Popoli.
Viste le tematiche affrontate e l’importante testimonianza di cittadinanza attiva che il percorso ha dimostrato, oltre alla richiesta di patrocinio e di collaborazione del Comune di Cremona, è stato intrapreso un percorso di confronto e di scambio, che ha coinvolto anche il Coordinamento degli Enti Locali per la Pace di Cremona e provincia, per organizzare l’iniziativa in programma domenica 19 aprile, durante la quale le associazioni illustreranno le attività svolte e costruiranno, attraverso un laboratorio aperto, una struttura simbolica che rappresenti i temi del diritti e della pace.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti