Commenta

Madonna di Brancere pronta per la processione della festa dell'Assunta

madonna-brancere

Foto: Sessa

E’ giunta nella serata di giovedì 6 agosto a Bonemerse la statua della Madonna di Brancere, regina e patrona del Po. Come da tradizione è partita dalla chiesa di Brancere, retta da don Aldo Grechi, su una carrozza  trainata da due cavalli: un gesto di devozione garantito da anni dalla famiglia Baronchelli che, proprio a Bonemerse, gestisce la cascina Farisenga. Lo fa sapere il sito della Diocesi. Ad attendere la sacra effigie il parroco di Santa Maria Nascente don Mario Bardelli che poi ha condotto il Santo Rosario che si è concluso con il canto delle litanie lauretane. Il coro parrocchiale ” Don Natale Bellani” diretto da Ilaria Geroldi ha offerto alcuni canti mariani cari alla tradizione popolare. La novena di preparazione alla festa dell’Assunta proseguirà nei prossimi giorni con la recita quotidiana del Santo Rosario e la celebrazione eucaristica. In modo particolare mercoledì 11, giovedì 12 e venerdì 13 agosto alle ore 21 don Bardelli presiederà la Messa solenne preceduta dal Rosario. La comunità di Bonemerse saluterà la Vergine sabato 15 durante la messa delle ore 9.30.

Sabato 15 agosto, dopo la Santa Messa delle ore 9.30, la statua della Madonna lascerà Bonemerse per essere trasferita alla Canottieri Flora dove alle 15.30 sarà imbarcata sul natante della protezione civile di San Daniele Po (di cui la Madonna di Brancere dal 2001 è patrona). Durante la “discesa” verso il Lido Ariston la benedizione alle società canottieri e motonautiche al passaggio dell’effigie della Vergine, che come sempre sarà scortata da una processione di barche.

L’arrivo dell’immagine mariana al Sales è previsto per le 16.30. Portata a spalla dai “pescatori scalzi” e accompagnata della banda di Canneto sull’Oglio diretta dal maestro Giuliano Volpi, la Madonna di Brancere, percorsa processionalmente la via Alzaia, giungerà nella cosiddetta “cattedrale dei pioppi” per la S. Messa. La liturgia, che avrà inizio alle 17, sarà presieduta dal parroco di Bonemerse, don Mario Bardelli. Accanto a lui vi sarà da don Aldo Grechi, parroco di Brancere e instancabile ideatore di questa manifestazione. Concelebreranno la liturgia alcuni sacerdoti cremonesi, in particolare quelli della zona pastorale 8, e alcuni preti fidentini, diocesi legata all’evento visto che per molti anni a presiedere le celebrazione fu il vescovo mons. Maurizio Galli.

La liturgia sarà animata dalla schola cantorum della clinica “Figlie di San Camillo” diretta dal maestro Giovanni Galli, mentre le Suore dell’istituto “Beata Vergine” accompagneranno la processione offertoriale con i tipici balli africani. Al termine della liturgia, intorno alle 18, la statua della Madonna di Brancere scenderà ancora sul Po per raggiungere il luogo dove sorgeva l’antica chiesa, il cimitero e l’abitato di Brancere (distrutti dall’inondazione del 1756): lì sarà gettata in acqua una corona di fiori e sarà impartita la benedizione. La conclusione dell’intenso pomeriggio avverrà quindi presso la santella della Regina del Po, opera di Graziano Bertoldi inaugurata per il Giubileo del 2000. La festa dell’Assunta lungo il Po sarà come sempre occasione anche per ricordare il vescovo Maurizio Galli, scomparso nel 2008, fortemente legato a questa tradizione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti