Un commento

Anteprima Festa del Torrone, Linus e concorso sul miele: folla in centro

Foto Sessa

Successo per le iniziative pomeridiane, in centro, legate alle celebrazioni dei cinquant’anni della rivista Linus organizzate a Cremona. Dopo l’inaugurazione della mostra a Palazzo Affaitati in mattinata (vedi link in basso), dalle 16 è stato appeso a Palazzo comunale un telo di 3 metri per 2 su cui nelle scorse ore sono stati disegnati alcuni personaggi simbolo della rivista. In contemporanea via ad un flash mob a cura di Teatrodanza di Paola Posa, che ha studiato una coreografia proprio dedicata ai Peanuts.

Centro affollato nelle ore pomeridiane anche grazie a questi e agli altri eventi collegati alla Festa del Torrone, i cui banchetti sono aperti da sabato mattina per questo fine settimana di anteprima, in attesa della manifestazione vera e propria che ci sarà dal 21 al 29 novembre.

Non caratterizzata solamente dal torrone, però, la giornata di sabato. Alle ore 15, presso la Sala Maffei della Camera di Commercio di Cremona, si è svolta la premiazione del Concorso “Il Miele Cremonese più buono”. Il Concorso, organizzato dall’Associazione Produttori Apistici della provincia di Cremona con il contributo di Camera di Commercio e di Regione Lombardia,  si inserisce nell’ambito del progetto Festa del Torrone – Omaggio a Expo 2015 in programma a Cremona il 24 e il 25 ottobre.

Il concorso del miele cremonese giunto alla XI edizione sarà presentato anche al Bontà sabato 14 novembre 2015 presso l’area eventi di CremonaFiere.

“Con grande orgoglio – dichiara Esterina Mariotti, Presidente dell’Associazione –  l’Associazione apicoltori cremonesi organizza l’undicesima edizione del Concorso mieli; ottimo risultato visti i tempi avversi che il settore sta vivendo. Nonostante negli ultimi anni la quantità di miele prodotta sia sempre diminuita, i campioni presentati al concorso sono andati sempre aumentando, toccando l’apice quest’anno con 98 mieli presentati. Questi mieli provengono da tutto il territorio cremonese e rappresentano le peculiarità delle nostre produzioni. Gli organizzatori del concorso sono molto soddisfatti non solo dall’affluenza, ma anche dalla qualità dei campioni: questo vuol dire che il Concorso mieli cremonesi ha centrato il suo intento di educare gli apicoltori alla qualità del miele”.

Gli apicoltori della provincia di Cremona sono circa 120, di cui 20 professionisti e il restante hobbisti. Gli alveari sono 4.000. Il miele prodotto è di alta qualità, basato su un sistema di produzione legato alla tradizione. La categoria con più campioni è stata quella dei millefiori, che sono la massima espressione del territorio in cui le api vivono e raccolgono. Nel millefiori si trovano tutte le essenze che non riescono a fare da sole un miele uniflorale, ma che mettendosi assieme creano una caratterizzazione del territorio tramite le piante nettarifere in esso contenute.

“Il miele millefiori – sottolinea Irene Pavesi, esperta di analisi sensoriale legata al miele – è l’espressione delle piante nettarifere di un territorio, ci siamo accorti realizzando i concorsi mieli cremonesi che vi sono caratteristiche comuni tra millefiori della stessa zona. Arrivando addirittura a riconoscere al primo assaggio la zona di provenienza. Il cremonese è ricco di colza. Nel cremasco vi è il fondo di tarassaco, nel casalasco il sapore di fondo è dato da una essenza che sicuramente stabiliremo. Nel soresinese, territorio ricco di acqua, prevale un sapore delicato”

I VINCITORI DEL CONCORSO SUL MIELE: CLICCA QUI

GALLERIA FOTOGRAFICA (FOTO FRANCESCO SESSA)

torron10 torron11api torron9 torron7 torron6 torron5 torron4 torron3 torron2 torron1

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti