Commenta

Ardissone rinuncia
all'Agenzia Sanitaria
di Cremona-Mantova

Lorenzo Ardissone, nominato appena quattro giorni fa a capo della nuova Ats Valpadana ha rinunciato all'incarico e resterà a Torino.

Lorenzo Ardissone, nominato appena quattro giorni fa da Roberto Maroni a capo della nuova Ats Valpadana (Agenzia tutela salute) che comprende le vecchie Asl di Cremona e Mantova, ha rinunciato all’incarico. Stessa decisione da parte di Maria Beatrice Stasi, neo direttore direttore dell’Ats Sondrio. Nelle prossime ore la Giunta Maroni tornerà a riunirsi per decretare i successori.

La nomina ufficializzata sabato 20 dicembre del dottor Ardissone aveva creato scompiglio all’Asl 4 di Torino, dove era arrivato in qualità di direttore generale, da appena  sette mesi. Proprio per la delicatezza del lavoro appena iniziato nel capoluogo torinese, che comprende un’impegnativa opera di razionalizzazione e riforma del sistema sanitario locale, si era creata una vera e propria sollevazione di sindaci  e politici affinchè il trasferimento non avesse corso. Di poche ore fa la notizia ufficiale della rinuncia, da parte dell’ufficio comunicazione dell’Asl To4: “Il dottor Lorenzo Ardissone rimane alla guida dell’ASL TO4. Nella giornata di oggi ha rinunciato formalmente all’incarico di Direttore Generale in Lombardia. “In questi giorni ho ricevuto vicinanza da parte di tutti gli attori del sistema, dalla Regione agli Amministratori comunali e agli Operatori dellAzienda. Questo è ciò che conta. A certi sorrisi non si può resistere, ha detto il manager. “In questi primi sette mesi di mandato ho impostato un importante lavoro di riorganizzazione dellAzienda che ora intendo realizzare, con passione ed entusiasmo”.

Una curiosità: un legame con Cremona lo ha comunque, avendo lavorato come economista nello staff del commissario alla spending review Carlo Cottarelli.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti