Un commento

Coi soldi dei sottopassi
finanziati anche gli studi
per ciclabile Cava

Integrata (con una spesa di 244mila euro) la convenzione in essere con Centropadane per la progettazione dei sottopassi sulla Cr-Mn: alla spa di San Felice il Comune ha affidato anche gli studi di traffico sulla mobilità urbana e la progettazione della ciclabile per Cavatigozzi.

Progettazione preliminare del sottopasso di via Picenengo; progettazione della pista ciclabile di via Milano per Cavatigozzi e anche l’analisi sulla viabilità finalizzate a riordinare il comparto sud cittadino (via Giordano e dintorni). Il Comune, settore lavori pubblici, ha deciso di integrare la convenzione in essere con Autostrade Centropadane, inizialmente stipulata per l’eliminazione dei passaggi  livello sulla Cremona – Mantova, siglata nel 2012, con cui veniva affidata ai tecnici dell’A21 la progettazione dei sottopassi, quelli tanto discussi di via Brescia e via Persico, oltre al sovrappasso di san Felice. Un’ integrazione che consentirà a Centropadane di introitare 244mila euro, attinti dal cofinanziamento degli enti territoriali (Comune e Regione), dalle ferrovie e in larga misura dall’Unione Europea. Centropadane è società partecipata dal Comune di Cremona al 4,07%.

La determina dirigenziale che integra la convenzione in essere è datata 18 febbraio ed elenca  i lavori aggiuntivi, in parte già effettuati, descrivendoli come “connessi all’eliminazione dei sottopassi”: “analisi viabilistiche progettuali comparto Sud; riordino catastale campo nomadi e pista automodelli; studi di traffico a carattere urbano; attività complementari progettazione e direzione lavori per pp-ll.; progetto definitivo ciclopedonale Cremona-Cavatigozzi (Corazzi – Picenengo); progettazione definitiva ed esecutiva Cremona – Cavatigozzi (Picenengo – Cava); progetto preliminare sottopasso via Picenengo.”

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Sorcio Verde

    Tutti questi soldi per quelle schifezze di progetti?